Le stelle dell'Nba a Trump: "Non andremo alla Casa Bianca"

Nba, Golden State e Cavaliers contro Trump: “Nessuno alla Casa Bianca”

Dopo l’Nfl, anche l’Nba è pronta a “boicottare” il presidente Donald Trump. Lebron James e Stephen Curry, stelle delle due finaliste di basket, hanno annunciato che non andranno alla Casa Bianca.

STATI UNITI – Il mondo dello sport a stelle e strisce è sul piede di guerra contro Donald Trump. Dopo che la Casa Bianca ha annullato la visita alla Casa Bianca degli Eagles Philadelphia per l’intenzione della maggioranza dei campioni del Superbowl di football di boicottare l’evento perché in disaccordo con il tycoon sulla necessità di stare in piedi durante l’inno nazionale, anche dall’Nba si va verso lo “scontro” con il presidente degli Stati Uniti.

Dazi Doganali Trump
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/gageskidmore/5440000583

No alla Casa Bianca

L’Nba è alle sfide finali per l’assegnazione dell’ “anello”. Difronte i Cavaliers di Cleveland e i Golden State Warriors della California. I due fuoriclasse delle due finaliste, Lebron James e Stephen Curry hanno annunciato che chiunque vincerà il titolo diserterà l’incontro alla Casa Bianca. “Non sono sorpreso. So che non importa chi vincerà questa serie, nessuno vuole l’invito comunque“, ha affermato James.

Prima delle stelle del basket anche quelle del football hanno dato uno smacco a Trump con i Philadelphia Eagles, vincitori del Super Bowl, che hanno annullato l’incontro a causa delle poche adesioni da parte dei giocatori e dello staff.

Il precedente

Lo scorso settembre Trump aveva revocato l’invito ai Warriors, che avevano battuto Cleveland nella finale 2017, dopo che Curry aveva annunciato di non voler partecipare. Stavolta tutta la squadra diserterà lo storico incontrouna chiara presa di posizione da parte del mondo dello sport che, a un anno di distanza (e di governo) continua la sua lotta contro il presidente statunitense

ultimo aggiornamento: 06-06-2018

X