‘Ndrangheta, blitz contro le cosche nel reggino: 48 gli arresti e sequestrati ben 25 milioni di euro

Questa mattina la polizia di Reggio Calabria ha svolto un’operazione contro le cosche del reggino. Alle 11 la conferenza stampa.

REGGIO CALABRIA – È stata svolta questa mattina un’operazione congiunta da parte dei Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza, coordinata dalla DDA di Reggio Calabria, per l’esecuzione di 48 provvedimenti di custodia cautelare (44 in carcere e 4 ai domiciliari). Le accuse, a vario titolo, sono di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento, trasferimento fraudolento di valori, procurata inosservanza di pena e porto illegali di armi, commessi con l’aggravante del ricorso a metodo mafioso, ovvero al fine di agevolare la ‘Ndrangheta.

Sequestrati 25 milioni di euro di beni. Alle 11 la conferenza stampa per ulteriori dettagli

Oltre alle 48 persone arrestate, gli inquirenti hanno anche sequestrato alcuni beni del valore di 25 milioni di euro. Nel corso dell’operazione inoltre gli inquirenti hanno seguito anche numerose perquisizione. Alle 11 presso la Procura della Repubblica di Reggio Calabria ci sarà la conferenza stampa dove verranno rese note tutti i particolari di questa operazione.

Dalle indagini è emerso che le cosche della ‘ndrangheta si erano infiltrate nel Comune di Taurianova negli appalti per le opere pubbliche. I fatti non si riferiscono all’amministrazione in carica, eletta nel 2015 dopo un periodo di commissariamento seguito al terzo scioglimento dell’Ente. Tra gli arrestati ci sono l’ex sindaco di Taurianova Domenico Romeo e l’ex assessore comunale Francesco Sposato.

ultimo aggiornamento: 12-12-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X