‘Ndrangheta, il boss Francesco Pelle arrestato in Portogallo. ‘Ciccio Pakistan’ è accusato di aver ordinato l’omicidio di Giovanni Nirta.

LISBONA (PORTOGALLO) – Il boss Francesco Pelle è stato arrestato in Portogallo. Il blitz dei carabinieri è scattato lunedì 29 marzo 2021 in una clinica Covid di Lisbona.

Nei prossimi giorni Ciccio Pakistan sarà estradato in Italia e solo al suo arrivo gli sarà notificata l’ordinanza di arresto.

Due anni di latitanza

Due anni di latitanza per Francesco Pelle. Il boss calabrese aveva fatto perdere le sue tracce subito dopo la conferma all’ergastolo in Cassazione per l’omicidio di Maria Strangio, la moglie del boss Giovanni Ndrina. Secondo l’accusa è stato proprio Ciccio Pakistan a ordinare nel 2006 l’agguato non riuscito al suo rivale. Una guerra mafiosa che ha portato alla strage di Duisburg, nel 2007, e alla morte di sei persone.

Nei prossimi giorni il boss sarà estradato in Italia per scontare la sua pena all’ergastolo. Una condanna diventata definitiva dopo la conferma da parte della Cassazione, l’ultimo grado di giudizio della giustizia italiana.

Carabinieri
Carabinieri

La Faida di San Luca

Francesco Pelle è stato uno dei protagonisti della guerra tra le famiglie mafiose nel Reggino. Iniziata negli anni ’90, la Faida di San Luca è ritornata sulle pagine di cronaca dopo l’omicidio Salvatore Favasuli ad inizio 2005.

Un episodio che ha riportato le famiglie di Pelle e Nirta a scontrarsi sul territorio. Il ferimento di Ciccio Pakistan nel luglio 2006 è stato il secondo evento chiave di questa faida, che è scoppiata definitivamente nel dicembre dello stesso anno dopo l’agguato nei confronti di Giovanni Nirta. Il boss è uscito illeso dall’attacco, ma la moglie Maria Strangio è rimasta uccisa.

L’ultimo episodio prima degli arresti e della parola fine di questa faida è stato l’agguato a Duisburg il 15 agosto 2007. Un attacco che ha provocato la morte di sei persone vicine alla famiglia Pelle.


E’ morto Gianluigi Colalucci, il restauratore della Cappella Sistina

Il vaccino arriva in farmacia, ecco come funziona