Gerusalemme, Netanyahu: “Non accettiamo ipocrisia dell’Europa”

Il premier israeliano ha fortemente criticato la presa di posizione dei Paesi europei. Netanyahu ha detto che l’ipocrisia dell’Ue sulla questione di Gerusalemme è inaccettabile.

ISRAELE – La situazione in Medio Oriente è sempre più tesa dopo la decisione di Donald Trump di spostare la sede dell’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme, riconoscendola di fatto come capitale di Israele. Gli scontri che sono scoppiati in seguito alla chiamata all’Intifada da parte di Hamas hanno lasciato sul terreno 4 morti e quasi mille feriti. Al lancio di razzi dalla Striscia di Gaza, infatti, i militari israeliani hanno risposto con l’aviazione e le truppe di terra.

Netanyahu vs Europa

Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, ha reagito alla presa di posizione dei Paesi europei: “Rispetto l’Europa ma non sono pronto ad accettare il suo doppio standard. Sul caso Gerusalemme ho sentito voci di condanna della storica decisione di Trump, ma non sul lancio di razzi contro Israele e sul terribile incitamento contro lo Stato ebraico. Non accetto questa ipocrisia“. Nello specifico, Germania, Francia, Gran Bretagna, Italia e Svezia hanno condannato l’azione di Trump al Palazzo di Vetro dell’Onu.

Mondo arabo in subbuglio

Nel frattempo, i ministri degli Esteri della Lega araba hanno lanciato un appello a Washington perché annulli la decisione di riconoscere Gerusalemme come capitale d’Israele. In una risoluzione pubblicata dopo un vertice a il Cairo, i ministri hanno affermato che gli Stati Uniti si sono di fatto ritirati come intermediari dal processo di pace in Medio Oriente. La risoluzione esorta anche la comunità internazionale a riconoscere uno Stato palestinese con Gerusalemme Est come capitale.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 10-12-2017

Fabio Acri

X