Netflix alza i prezzi negli Stati Uniti e in Canada. E la notizia preoccupa anche gli abbonati italiani.

Netflix aumenta il prezzo degli abbonamenti negli Stati Uniti e in Canada, e la notizia preoccupa ovviamente anche gli utenti italiani, che temono un rincaro. La storia di Netflix in effetti legittima le paure. Quando ha alzato i prezzi negli Stati Uniti, la società lo ha fatto anche in Italia, prima o dopo.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Netflix aumenta i prezzi negli Stati Uniti: quanto costa l’abbonamento

Con il nuovo ritocchino, negli Usa il prezzo dell’abbonamento base aumenta di un dollaro e arriva a 9,99 dollari al mese. Chi vuole l’abbonamento standard paga 15,49 dollari al mese, mentre il prezzo del pacchetto Premium arriva a 19,99 dollari. Al mese, ovviamente.

Tv
Tv

I prezzi saranno rivisti anche in Italia?

Siamo di fronte ad una domanda e ad una preoccupazione legittima. Solitamente ad un aumento dei prezzi negli Usa è sempre seguito un aumento dei prezzi anche in Italia. A volte è passato poco tempo, alte volte è passato addirittura un anno. Ma un adeguamento c’è stato.

La sensazione quindi è che i timori degli utenti italiani siano fondati. Non è possibile però sapere se e soprattutto quando si procedere con una revisione del listino prezzi sul mercato europeo. Il rincaro potrebbe avvenire ma non in tempi brevi, o almeno questa è la situazione.

Intanto il nuovo aumento inizia a far serpeggiare un leggero malumore tra gli abbonati. Di fatto Netflix ha alzato i prezzo ogni due anni da quando ha fatto il suo ingresso nel ricco mondo dello streaming online, diventato intanto sempre più competitivo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 18-01-2022


Oxfam, i paperoni del mondo sono diventati più ricchi durante la pandemia

Caro bollette, Cingolani: “E’ arrivato il momento di una strategia strutturale”