Netflix crolla in Borsa

Netflix crolla in Borsa

Primo calo di Netflix: la società perde abbonati e fa registrare un crollo record in Borsa. Incide la crescita della concorrenza.

Netlix perde abbonati e cala in Borsa. Il gigante dello streaming nel secondo trimestre del 2019 ha fatto registrare una crescita di appena 2,7 milioni di utenti registrati, la metà circa rispetto alle aspettative.

Il calo degli abbonati

Analizzando nello specifico i dati, emerge il primo calo di abbonati negli Usa. Il primo contraccolpo lo società lo ha fatto segnare in Borsa, dove ha segnato un calo dell’11%. Tradotto in moneta, una perdita di 16 miliardi di dollari circa.

Netflix crolla in Borsa

Si tratta del calo più consistente dell’anno per quanto riguarda la società quotate a Wall Street.

Il crollo in Borsa nasconde un altro aspetto, ossia la mancanza di sfiducia da parte degli investitori che evidentemente non confidano in una rapida e consistente ripresa da parte del titolo.

Netflix
Fonte foto: https://www.facebook.com/netflixitalia

L’ascesa della concorrenza

Ad incidere sulla situazione è soprattutto l’ascesa dei concorrenti come Apple e Walt Disney che, in vista dell’approdo in Borsa, hanno tolto a Netflix i propri prodotti.

L’amministratore delegato di Netflix: “Se gli investitori credono nella tv su internet allora la nostra posizione è molto forte”

Una prima analisi è stata fatta da Reed Hastings, amministratore delegato di Netflix, che ha gettato acqua sul fuoco allontanando le voci di una crisi.

“Se gli investitori credono nella tv su internet allora la nostra posizione di mercato è molto forte […]. Riteniamo di avere un modello di business di maggior valore nel lungo termine stando fuori dalla concorrenza per i ricavi pubblicitari e concentrandoci sul soddisfare solo i nostri abbonati”.

ultimo aggiornamento: 20-07-2019

X