Nei primo trimestre del 2020 Netflix ha ottenuto 15,8 milioni di nuovi abbonati. Complice ovviamente il coronavirus che ha ‘spinto’ lo streaming.

Netflix vola sull’onda delle limitazioni agli spostamenti. Brutto a dirsi ma con questa breve formula, decisamente generalizzata, possiamo spiegare i quasi sedici milioni di nuovi abbonati che si sono abbonati nel primo trimestre del 2020.

Netflix, +15,8 milioni di nuovi abbonati nel primo trimestre del 2020

Un balzo in avanti era previsto anche in casa Netflix, ma i quasi sedici milioni di nuovi abbonati in giro per il mondo superano anche le migliori aspettative.

La pandemia ha costretto i governi di quasi tutto il mondo ad adottare misure restrittive e limitazioni agli spostamenti delle persone, che ritrovatesi costrette a stare in casa hanno deciso di esplorare il mondo Netflix.

Netflix sulla TV
Fonte foto copertina: unsplash.com/photos/11SgH7U6TmI

La sfida per Netflix: evitare la curva discendente nei prossimi mesi

Ovviamente il boom di nuovi abbonati ha avuto effetti positivi anche sul bilancio della società.

Per una realtà come Netflix la vera sfida viene dopo il lockdown. A quel punto si vedrà se la società sarà stata in grado di trattenere i nuovi abbonati o se farà registrare un prevedibile calo. Anche perché Netflix tornerà a confrontarsi anche con altri competitor. Basti pensare ai tanti appassionati di sport che magari hanno esplorato il mondo delle serie solo per curiosità e mancanza di alternative. Con la ripresa dello sport sicuramente torneranno alle origini e non altrettanto sicuramente manterranno l’abbonamento per continuare a vedere le serie.

Va detto però che il successo di questi mesi è anche merito di una società che si è dimostrata in grado di resistere agli assalti di una concorrenza sempre più organizzata.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.


Lamorgese, ‘Valutazioni in corso sulla regolarizzazione di stranieri e italiani in nero’

Fitch: “Recessione globale in corso”. Il Pil italiano a -8 per cento nel 2020