Iva sugli assorbenti, la maggioranza dice no al taglio

Non ci sarà il tanto atteso taglio dell’Iva sugli assorbenti. La maggioranza ha deciso di non approvare l’emendamento bipartisan.

ROMA – E’ stato bocciato alla Camera l’emendamento presentato dal Partito Democratico sul taglio dell’Iva sugli assorbenti. Dopo una lunga discussione Montecitorio ha deciso di respingere la norma con 253 voti contro e solo 189 a favore.

La proposta era stata firmata dalle opposizioni ma attraverso alcuni calcoli della Ragioneria è venuto fuori come un taglio portava ad una spesa superiore di quella prevista: “Il costo – precisa il presidente della Commissione di Bilancio, Carla Ruocco è di 212 milioni per portare l’Iva dal 22% al 10% mentre per portarla al 5% si parla di una cifra intorno ai 300 milioni“.

Una bocciatura non presa bene da parte del Partito Democratico: “Oggi i 5 Stelle – precisa la deputata Enza Bruno Bossio – hanno perso l’ennesima occasione di dimostrarsi autentici e non virtuali difensori delle pari opportunità“.

Camera dei deputati
Fonte foto: https://www.facebook.com/Cameradeideputati

Taglio dell’Iva sugli assorbenti, no della Camera: la maggioranza boccia la proposta del PD

Non è la prima volta che a Montecitorio succede una cosa simile. Il taglio dell’Iva sugli assorbenti era già stato discusso sul finire del 2018 durante la legge di Bilancio. In quel caso lo stop lo aveva dato la viceministra Laura Castelli. Secondo l’esponente del M5s questa diminuzione rischiava di essere sanzionata da parte dell’Unione Europa.

Una notizia non vera – ribatte il sito di La Repubblica – visto che da Bruxelles hanno affermato come non esiste nessun ostacolo in sede comunitaria per abbassare l’Iva e per questo nessuna sanzione.

Le opposizioni ci hanno riprovato qualche mese dopo ma la risposta è stata sempre la stessa da parte della maggioranza. Non ci sarà, quindi, il tanto atteso taglio dell’Iva sugli assorbenti. Difficile al momento che il PD possa presentare un nuovo atto sulla vicenda che resta ancora al centro della discussione al governo.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/Cameradeideputati

ultimo aggiornamento: 16-05-2019

X