Enrico Letta e Giorgia Meloni hanno avuto un duro scambio dialettico, in seguito al voto europeo legato alla norma sulle emissioni.

Il voto odierno al Parlamento europeo sul cosiddetto ‘pacchetto clima’ ha causato una spaccatura netta nella maggioranza, provocando anche uno scontro a distanza tra Enrico Letta e Giorgia Meloni. Ma cosa si sono detti i due leader politici?

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Lo scontro

“Hai fatto una figuraccia”, ha detto la leader di Fratelli d’Italia a Enrico Letta. “Noi coerenti, è la destra per il nero fossile che ha affossato il piano”, ha replicato il segretario del Partito Democratico. Nel dettaglio, lo scontro è stato sulla riforma dell’Ets, ovvero la norma sulle emissioni. I no hanno prevalso con 340 voti, rispetto ai 265 sì e ai 34 astenuti.

Le parole della Lega

La Lega ha commentato così la spaccatura: La cosiddetta ‘maggioranza Ursula’ va in frantumi proprio di fronte a uno dei simboli di questa legislatura, il Green Deal. Un clamoroso fallimento consumatosi in aula, su quello che da sempre è un cavallo di battaglia di questa Ue”. Queste le parole di Antonio Tajani, che aggiunge: Caos a sinistra nel Parlamento europeo a Strasburgo. Bloccano la riforma Ets perché non passano le posizioni dell’ambientalismo ideologico. Si alleano con populisti ed estremisti. C’era una volta la sinistra…”.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Il commento di Calenda

Il leader di Azione, Carlo Calenda, ha commentato il fallimento della proposta. Estrema Destra e sinistra (Pd incluso) fanno saltare la proposta della commissione su ETS. La saldatura dei populismi è completa anche in parlamento Ue. Motivazione opposte; troppo severo su emissioni per la destra e troppo morbida per la sinistra. Il risultato è il disastro. Ppe e Renew sono gli unici gruppi a tenere la linea di un ambientalismo pragmatico.

Meloni contro Letta

Lo scontro più duro è quello tra Meloni e Letta. Per la leader di Fratelli d’Italia, è stata una figuraccia di Enrico Letta. Per giorni e giorni abbiamo ascoltato appelli e accuse a Fratelli d’Italia: se non votate in Europa il pacchetto climatico ‘Fit for 55’, siete contro l’ambiente. Ma un bel tacer non fu mai scritto: oggi infatti nel Parlamento europeo i socialisti, il gruppo di cui fa parte il Partito democratico di Letta, hanno di fatto affossato uno dei provvedimenti principali del pacchetto e il dossier è stato rinviato in Commissione.

Il segretario del Partito Democratico ha risposto prontamente su Twitter: Le destre italiane protagoniste in negativo in Europa. Con i loro emendamenti hanno ottenuto di stravolgere e affossare il piano contro il cambiamento climatico #Fitfor55. Noi coerenti a favore dell’ambiente. Le destre contrarie. Noi per il green, le destre per il nero fossile.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 08-06-2022


Il reddito di cittadinanza è il tema caldo della campagna elettorale

Mattarella: “Aggressione della Russia ha causato arresto e involuzione”