La nota del Pd: “Nella video chat non è emersa nessuna contrapposizione del premier Conte”.

ROMA – Riunione in videoconferenza per gli esponenti del Partito Democratico. In una nota il Pd ha precisato che “in questa video chat non è emersa alcuna volontà di contrapposizione con il Presidente Conto. Piuttosto è stata confermata l’esigenza di costruire da subito un percorso per affrontare in maniera adeguata le grandi sfide economiche e sociali che abbiamo dinnanzi ma che sia un percorso serio e concreto“.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Il Pd: “Nostro compito ancora più difficile”

Nella nota il Partito Democratico ha confermato i risultati positivi ottenuti da questa maggioranza durante la crisi sanitaria “che ha investito il nostro Paese e tutto il mondo“.

Ma ora – si legge nel testo – dobbiamo sapere che il nostro compito sarà ancora più difficile. Bisogna dare risposte adeguate ai devastanti danni che il Covid ha inferto al nostro Paese e costruire la ripresa nella direzione dell’innovazione della sostenibilità e della coesione sociale e territoriale“.

Nicola Zingaretti
Db Milano 10/01/2020 – convegno “Nord Face. Lavoro sviluppo ambiente: il Nord per l’Italia” / foto Daniele Buffa/Image nella foto: Nicola Zingaretti

Il vertice dopo l’incontro a Palazzo Chigi

Il vertice del Partito Democratico è andato in scena poche ore dopo l’incontro a Palazzo Chigi sugli Stati Generali. Una riunione di maggioranza molto tesa con il capodelegazione del Nazareno, Dario Franceschini, che avrebbe contestato la decisione del premier Conte di annunciare l’avvio del confronto con le parti sociali senza il confronto con il resto della maggioranza.

Nella nota il Pd ha confermato la fiducia nei confronti del presidente del Consiglio. Il confronto continuerà nelle prossime ore per iniziare a inserire i contenuti nella proposta in vista del confronto con i sindacati. Il primo incontro dovrebbe arrivare settimana prossima per iniziare a programmare insieme la ricostruzione. Una collaborazione fortemente voluta dal premier Conte per cercare di ripartire il prima possibile ed evitare una possibile rivolta sociale in autunno per le difficoltà economiche dovute all’emergenza coronavirus.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 06-06-2020


La Camera approva il dl Scuola dopo la bagarre

M5s, Di Battista in corsa per il ruolo di leader. Di Maio non ha sciolto le riserve