La notifica del titolo esecutivo e l’atto di precetto, cosa occorre conoscere e cosa prevede la legge

Precetto, notifica ed esecuzione forzata

L’esecuzione forzata è preceduta sempre e comunque dalla notificazione del titolo che si presenta in tale contesto, come esecutivo e il soggetto debitore ha 10 giorni di tempo per avanzare una formula di accordo per venire incontro alle esigenze del soggetto creditore e/o alla legge se emerge una Sentenza di Tribunale.
Ma la legge può anche disporre diversamente rispetto al titolo esecutivo e in materia di precetto.
La notifica del precetto
Questa notificazione riguarda il titolo esecutivo che si ritiene debba essere fatta alla parte personalmente a norma degli artt. 137 e seguenti.
Il precetto può venir redatto successivamente al titolo esecutivo ed essere notificato assieme a questo purché la notificazione venga fatta alla parte personalmente.

Notificazione disgiunta dal titolo esecutivo

Se si parla di notifica del titolo esecutivo separato dal precetto, si parla di notificazione del titolo costituito da una sentenza, la modifica dell’art. 479 c. p. c. da parte del D.L. 14 marzo 2005, n. 35, convertito, con modificazioni, nella legge 14 maggio 2005, n. 80 è quella che regolamenta tale materia.
In sostanza tale notifica va fatta alla parte a cui si richiede denaro, in maniera personale mentre in passato poteva essere fatta al procuratore costituito a norma dell’art. 170 c. p. c., ciò comporta l’arrivo di una busta verde depositata presso l’ufficio postale di residenza del soggetto al quale tale notificazione deve arrivare.
La ratio della metodologia è da ricercarsi nel principio del tempus regit actum, valevole per tutti gli atti successivi all’entrata in vigore della nuova disciplina, questo è ciò che emerge dalla Sentenza della Cassazione del 2 ottobre 2008 N° 24491.
Per quanto riguarda le Norme, la notificazione è ai sensi dell’art. 479 c.p.c. ed ha la finalità di perseguire il fine di indicare alla controparte la volontà di procedere in maniera esecutiva nei suoi riguardi. Il tutto ha un effetto accelerato infatti dall’atto di precetto (intimazione) alla richiesta di somme possono passare pochi giorni.

certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 01-05-2017


I Criteri di ammissione AIM, quali sono e cosa rappresentano

Prescrizione del titolo esecutivo quando avviene