Le novità del Milleproroghe dopo l’insediamento del governo Draghi: prorogato il bonus vacanze.

ROMA – Sono diverse le novità inserite nel Milleproroghe dopo l’insediamento del governo Draghi. I lavori nelle commissioni continueranno nei prossimi giorni. Il provvedimento è atteso presto in Parlamento per l’approvazione definitiva.

Decreto Milleproroghe, le novità

Andiamo a vedere nei dettagli le novità inserite nel decreto Milleproroghe, attualmente nelle commissioni Affari Costituzionali e Bilancio della Camera.

Bonus vacanze

Il bonus vacanze è stato prorogato di sei mesi. I cittadini, quindi, potranno richiedere il voucher fino al 31 dicembre 2021. Una misura molto contestata la scorsa estate, ma destinata a far ripartire in parte il turismo.

Pubblica amministrazione

Previsto un ampliamento della platea dei precari coinvolti dalle procedure di stabilizzazione.

Sfratti

Non sono previste modifiche per quanto riguarda egli sfratti. “L’orientamento è quello di rinviare il tema e affrontarlo con più tempo a disposizione“, il pensiero del ministro D’Incà, riportato dall’Ansa.

Università

Per gli universitari prevista la proroga dell’anno accademico al 15 giugno 2021.

Mercato tutelato dell’energia

Prorogato, inoltre, il mercato tutelato dell’energia. L’obbligo al mercato libero avverrà il 1° gennaio 2023 e non nel 2022, come ipotizzato in passato.

Cassa integrazione

Anche sulla cassa integrazione si è deciso di spostare al 31 marzo i termini di decadenza per l’invio delle domande. Una decisione presa per aiutare le famiglie in difficoltà.

Il provvedimento

Il provvedimento è ancora in discussione in Commissione e nelle prossime settimane dovrebbe arrivare in Parlamento per il via libera definitivo. Tra le misure destinate a far discutere sicuramente il bonus vacanze. In molti, infatti, hanno dato la colpa della ripresa dei contagi in estate a questo provvedimento.

Il nuovo governo, comunque, non sembra essere intenzionato a fare un passo indietro e il bonus dovrebbe essere confermato anche nel 2021. Una decisione presa per favorire la ripartenza del turismo e dell’economia nei prossimi mesi.


Dal 2030 la Ford produrrà per l’Europa solo auto elettriche

Confindustria: “Rimbalzo Pil solo nel terzo trimestre 2021”