Quando e come bloccare la propria carta di credito o il bancomat

Il numero verde per lo smarrimento di bancomat o carta di credito va utilizzato per bloccare la carta smarrita o sottratta richiedendone allo stesso tempo una sostitutiva.

Smarrimento, clonazione e furto di carta di credito o bancomat

Le transazioni con denaro elettronico sono di certo una delle conquiste più apprezzate degli ultimi decenni: di facile e rapida esecuzione, non ci costringono a prelevare continuamente denaro contante da portare con sé. A fronte di questi vantaggi però, nonostante le misure di sicurezza che vengono imposte ad ogni tipo di carta, possono sorgere problemi seri nel caso di furto, smarrimento o clonazione della carta di credito o di debito (bancomat).
Per tutelarci preventivamente dai vari malintenzionati non si dovrebbe mai tenere un appunto con il codice pin della carta nello stesso portafogli o nello stesso borsellino in cui si conserva anche la carta: in caso di furto o di smarrimento un malintenzionato avrebbe tutti i mezzi per procedere indisturbati a un prelievo.
Un’altra misura molto prudente sarebbe quella di chiedere una comunicazione tramite sms o e.mail in occasione di ogni transizione avvenuta attraverso il conto collegato alla carta. In questo modo ci renderemo subito conto se qualcuno, dopo aver clonato la nostra carta o rubato i nostri dati, sta utilizzando il nostro denaro.
Infine, per evitare clonazioni e furto di dati personali sarebbe opportuno non rispondere a mail sospette, soprattutto quando richiedono dati sensibili: si potrebbe trattare di fishing.

Il numero verde per lo smarrimento del bancomat o carta di credito

Ogni istituto bancario che emetta carta di credito o di debito istituisce uno o più numeri destinati alle segnalazioni dei clienti in caso di furto, smarrimento o clonazione di una carta.
Ogni istituto ovviamente ha un numero differente, quindi è opportuno conoscere il proprio (consultando questo elenco stilato dall’associazione dei consumatori Altroconsumo) e tenerlo a portata di mano per bloccare la carta tempestivamente in caso di necessità.
Una volta bloccata la carta (cosa che avviene immediatamente dopo la telefonata), qualsiasi somma venisse prelevata dal conto corrente verrebbe rimborsata dalla banca.

certificato_unicasim


Rendimento libretto postale: Un investimento valido?

Calcola Finanziamento come fare e perché è utile