Nuoto, Andrea Vergani positivo alla cannabis: rischia sei mesi di squalifica

Nuoto, Andrea Vergani positivo alla cannabis: rischia sei mesi di squalifica

Brutte notizie per il mondo del nuoto italiano. Andrea Vergani è stato trovato positivo alla Cannabis. Rischia sei mesi di squalifica.

ROMA – Una canna potrebbe costare molto caro al nuotatore azzurro Andrea Vergani. Il 21enne milanese è stato trovato positivo alla cannabis agli ultimi campionati italiani di Riccione. Una ‘ragazzata‘ che rischia di rovinare una carriera. L’atleta nelle prossime settimane sarà giudicato dalla Wada con una possibile squalifica che va dai quattro ai sei mesi.

Non una buona notizia per il mondo del nuoto azzurro che proprio in Vergani aveva riposto le speranze di medaglia ai Mondiali in programma la prossima estate. Ma ora la sua partecipazione è davvero a rischio visto che, in caso di controanalisi positive, la mancata convocazione potrebbe diventare realtà. Le prossime settimane in questo senso saranno decisive con il nuotatore milanese che dovrà cercare di spiegare il motivo di questo gesto che potrebbe rovinare una carriera.

Andrea Vergani
Andrea Vergani (fonte foto https://www.facebook.com/AndreaVerganiOfficial/)

Nuoto, Andrea Vergani positivo al doping: rischia una lunga squalifica

I controlli sono stati effettuati nella giornata di martedì 2 aprile. Andrea Vergani è risultato positivo alla cannabis con il livello di nanogrammi di elevato. La Federazione ha immediatamente sospeso il nuotatore che nelle prossime ore sarà ascoltato dalle autorità componenti per cercare di spiegare nei particolari la vicenda che al momento resta con qualche giallo di troppo.

Una vicenda che mette in seria difficoltà il movimento del nuoto italiano che ha sempre cercato di combattere il doping. In questo caso molto probabilmente si tratta di una ‘ragazzata’ che potrebbe compromettere una carriera sicuramente ricca di successi. Vergani – secondo alcune indiscrezioni – avrebbe fumato una canna di troppo poco prima di entrare in acqua. Con il livello nel sangue di cannabis che ha superato il limite previsto e di conseguenza una squalifica che potrebbe andare dai quattro ai sei mesi.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/AndreaVerganiOfficial/

ultimo aggiornamento: 20-04-2019

X