Jeep Wrangler, arriva anche in Italia la nuova serie

Attesa nei concessionari a settembre, la quarta generazione della Jeep Wrangler rispetta la tradizione e lo spirito off-road ma aggiorna tecnologia e motorizzazioni.

La nuova Jeep Wrangler in Italia sarà disponibile nei concessionari a partire da settembre 2018. La gamma del celebre fuoristrada comprenderà tre allestimenti (Sport, Sahara e Rubicon) e comprenderà sia la configurazione a tre porte che quella a cinque porte. Giunta alla quarta generazione, la Jeep Wrangler ha esordito ufficialmente nel corso del Camp Jeep 2018 organizzato in Austria.

Design classico in versione moderna

I designer della Jeep non hanno alterato in maniera sostanziale il profilo ‘classico’ che ha reso inconfondibile la Wrangler. Resta l’anima da off-road puro (con l’immancabile telaio a longheroni) e la classica calandra Jeep a sette feritoie che qui va ad intersecarsi, seppur in maniera molto discreta, con il profilo dei gruppi ottici, riprendendo una soluzione caratteristica dello storico modello CJ.

La carrozzeria della gamma Jeep Wrangler sarà disponibile in dieci colorazioni differenti (Black, Firecracker Red, Billet Silver Metallic, Bright White, Granite Crystal Metallic, Hellayella, Ocean Blue, Punk’n Metallic, Mojito e Sting Gray) e verrà abbinata al tetto Sunrider in tessuto, ripiegabile elettricamente grazie ad un semplice pulsante.

Nuova Jeep Wrangler
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/69929929@N06/39220445061

Per ciò che concerne gli interni, oltre ai rivestimenti in pelle o tessuto, da segnalare la presenza del display a Led Tft da 3.5 pollici (o da 7 pollici per gli allestimenti Sahara e Rubicon) e di uno schermo touch. Quest’ultimo, da 7” o da 8.4”, si trova incassato nella console centrale. Il sistema di infotainment di bordo comprende le funzionalità Uconnect e la compatibilità con Android auto Car Play.

Le motorizzazioni Jeep Wrangler e la doppia trazione integrale

La gamma di power train in dotazione alla Jeep Wrangler 2018 presenta due novità. Si tratta di due propulsori turbo, un diesel Multijet da 2.2 litri in gradi di sviluppare una potenza di 200 CV e un benzina da 2.0 litri e una potenza pari a 272 CV. Entrambe le motorizzazioni verranno abbinate ad una ulteriore innovazione per la gamma: il cambio automatico ad otto marce.

Da buon modello offroad, la nuova serie Jeep Wrangler offre anche la possibilità di scegliere tra due sistemi di trazione integrale. Il primo è il Command-Trac (sugli allestimenti Sport e Sahara) che, in normali condizioni, prevede la trazione posteriore, mentre il secondo è il Rock-Trac (per la variante Rubicon, l’unica ad avere anche l’Active Sway Bar System, la funzione di disconnessione elettronica della barra antirollio). Entrambi sono dotati del Selec-Trac full time a due velocità per la gestione della coppia. La tecnologia denominata “shift on the fly“, invece, consentirà di passare dalle quattro alle due ruote motrici fino ad una velocità di marcia di 72 km/h. Su richiesta, è disponibile anche il differenziale posteriore Trac-Lok a slittamento, in grado di assicurare una maggiore trazione in condizioni di scarsa aderenza.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/69929929@N06/38512719524

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/69929929@N06/39220445061

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 11-07-2018

Redazione Napoli

X