Porsche, la 911 model year 2019 verrà prodotta in 1948 esemplari

Porsche, la 911 model year 2019 verrà prodotta in 1948 esemplari

Dopo il debutto al Mondiale dell’Auto di Parigi, la nuova Porsche 911 sarà prodotta a partire dal 2019 e sarà il primo modello ad offrire il pacchetto Heritage Design.

La Porsche 911 2019 sarà prodotta in un’edizione celebrativa. La nuova model year della sportiva tedesca conterà in tutto 1948 esemplari: il numero non è stato scelto certo a caso, in quanto si tratta dell’anno di fondazione dell’azienda di Stoccarda.

Omaggio alla ‘Number 1’

In occasione del settantesimo anniversario dalla fondazione, la Porsche produrrà “esattamente 1948 unità della decapottabile due posti“. Nello specifico, si legge nella nota stampa diffusa dalla Casa tedesca, “il numero ricorda la Porsche 365 ‘numero 1’ che venne omologata l’8 giugno del 1948″.

I due modelli di concept della Porsche 911 Speedster sono stati presentati nel corso del Salone dell’Auto di Parigi; uno dei modelli presenta una carrozzeria dal colore Guards Red, un omaggio alla Speedster del 1988, e nuovi cerchi da 21 pollici a razze incrociate (un pattern ispirato a modelli da competizione, quali la 911 RSR e la GT3 R, così come i gruppi ottici); a rendere ancor più sportivo il look della vettura contribuiscono gli interni in pelle perforata di colore nero con cuciture rosse a contrasto.

In realtà, il prototipo aveva già fatto una prima apparizione pubblica a Zuffenhausen, in versione “Heritage”, l’8 giugno 2018 (una data non casuale). Sviluppata al Porsche Motorsport di Weissach, in collaborazione con il Centro Stile Porsche e la Porsche Exclusive Manufaktur, l’auto entrerà in produzione nel prossimo anno.

Nuova Porsche 911
Fonte immagine: https://twitter.com/PorscheNewsroom

Stile e motorizzazione della nuova Porsche 911 Speedster

La nuova 911 Speedster, basata sulla gamma Porsche 911, sarà il primo modello ad essere proposto con il nuovo Heritage Design Package, una linea esclusiva di accessori che consentirà ai (pochi) fortunati clienti un alto tasso di personalizzazione della propria 911.

Per quanto concerne l’aspetto stilistico, gli altri elementi salienti del concept sono gli specchietti retrovisori e il coperchio del serbatoio che spiccano rispetto alla carrozzeria grazie alle tinte nero e platino. Tutte le parti di carrozzeria – così come i dispositivi tecnologici – di entrambi i concept sono identici: le cornici dei vetri assottigliate, i finestrini laterali più piccoli e il cofano posteriore in fibra di carbonio, con doppia copertura dietro i sedili. Entrambi i modelli presentano una copertura Tonneau, fissata con bottoni Tenax, in luogo del tettuccio in tessuto convertibile.

La carrozzeria delle due concept car è basata su quella della Porsche 911 Carrera 4 Cabriolet. I parafanghi, così come il cofano anteriore e quello posteriore, sono realizzati in fibra di carbonio composita mentre lo chassis è mutuato dalla 911 GT3. Inoltre, il reparto di sviluppo GT ha fornito il sistema di scarico, con i terminali in titanio e la trasmissione con il cambio manuale a sei rapporti. Stesso dicasi per il motore: la Porsche 911 Speedster model year 2019 sarà sospinta da un sei cilindri in linea aspirato in grado di erogare oltre 500 CV a 9.000 giri al minuto.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/jimwallace/35397111193/

Fonte immagine: https://twitter.com/PorscheNewsroom

ultimo aggiornamento: 10-10-2018

X