Gli Usa danno il benvenuto alla nuova sigaretta elettronica alla marijuana

Dalla sigaretta elettronica allo spinello elettronico il passo è compiuto, con la sigaretta elettronica alla marijuana. Se negli U.S.A. si prospetta già il Boom, l’italia si prepara ad accoglierla.

chiudi

Caricamento Player...

La CannaCig è stata lanciata in da un’azienda di e-cigarette americana con sede in Oklahoma, la Palm Beach Vapors.

Palm Beach Vapors non acquisterebbe, venderebbe o spedirebbe la marijuana, ma concederebbe in licenza il metodo di preparazione e l’additivo che produce una base di glicerina vegetale in cui l’olio di canapa riesce a distribuirsi in modo uniforme.

Le sigarette elettroniche funzionano riscaldando nicotina liquida e trasformandola in vapore inalabile; l’olio di cannabis userebbe un meccanismo analogo di vaporizzazione.

Per espandere il proprio business, ha deciso di produrre un liquido alla cannabis che possa essere usato nelle ricariche di e-cig. La società sta cercando di brevettare il metodo, che ha chiamato M-System, e ha già firmato accordi di licenza in California e Colorado.

Nonostante l’ uso di marijuana sia attualmente illegale in Oklahoma secondo le leggi federali, il mercato dei prodotti di cannabis appare in crescita poichè ci si si sta muovendo verso la legalizzazione: poche settimane fa la capitale americana, infatti e l’Alaska hanno detto sì alla legalizzazione della cannabis aggiungendosi, così, al Colorado e allo stato di Washington.

Negli Stati Uniti, inoltre, in più di una dozzina di altri stati, tra cui la California, è disponibile la marijuana per uso medico.