Formula 1, la Mercedes svela il nuovo pacchetto aerodinamico: tutte le novità

Formula 1, seconda tornata di test a Barcellona: la Mercedes svela un nuovo pacchetto aerodinamico per la W10 dopo i problemi registrati nella prima sessione.

Dopo una prima sessione di test in cui è stata un po’ sorniona non scoprendo tutte le carte ben nascoste nella manica, la Mercedes inizia a fare sul serio e alza il sipario sul nuovo pacchetto aerodinamico che ha costretto la Ferarri (ma non solo) a tenere gli occhi fissi sul monitor dei tempi per tenere sotto controllo i passi avanti di Hamilton e compagni.

In casa Mercedes hanno dato ancora l’impressione di non essere intenzionati a spingere fino in fondo davanti allo sguardo attento degli avversari e delle telecamere. Va detto però che i passi aventi ci sono stati e il terreno sembra ormai fertile per coltivare le ultime migliorie in vista dell’inizio della stagione.

Mercedes 2019
fonte foto https://twitter.com/MercedesAMGF1

La Mercedes W10 al secondo turno di test a Barcellona

Nella prima giornata della seconda sessione di test, però, la Mercedes ha iniziato a correggere il tiro. Vaa bene non avere fretta ma è tempo di provare a risolvere i problemi riscontrati in occasione della prima tornata di test.

La monoposto non ha brillato per tenuta di strada, non ha convinto per l’impatto sulle gomme e neanche per il consumo di carburante. Ma nessun allarmismo.

Hamilton e Bottas avevano sottolineato come la cosa importante era portare a termine i test per raccogliere le informazioni utili e le sensazioni per costruire poi la macchina intorno ai piloti.

Mercedes Montmelo
fonte foto https://twitter.com/F1

Formula 1, il nuovo pacchetto aerodinamico della Mercedes W10: tutte le novità

La Mercedes si è presentata al secondo appuntamento a Barcellona con un nuovo pacchetto aerodinamico che comprende un nuovo muso anteriore per la W10, che mostra anche una nuova ala anteriore. Modifiche strutturali sono state apportate anche al fondo della monoposto, che presenta un fondo scalinato. Modifiche apportate anche all’ala posteriore e al cofano motore.

Nello specifico. Il muso è parso visibilmente più basso rispetto a quello precedentemente proposto in occasione dei primi giri in pista. Le innovazioni mirano soprattutto alla circolazione del flusso, che dovrebbe migliorare con una nuova piastra inserita sull’ala e la nuova altezza delle alette (più basse delle precedenti).

Cambia anche la pancia della vettura, meno gonfia probabilmente per un nuovo sistema di raffreddamento del motore.

ultimo aggiornamento: 26-02-2019

X