Nuovo stadio, Sala a Milan e Inter: "Coinvolgere i cittadini"

Nuovo San Siro, il sindaco Sala a Milan e Inter: “Incontri con i cittadini”

Coinvolgere la città in un percorso di partecipazione su tutti e quattro i progetti: ecco l’invito del primo cittadino milanese.

La questione relativa alla realizzazione di un nuovo stadio a Milano, con il conseguente abbattimento del vecchio San Siro, continua a tenere banco. Il sindaco Giuseppe Sala, come riporta l’edizione milanese del Corriere della Sera, si augura che i due club coinvolgano la città mostrando tutti e quattro i progetti della futura casa di Milan e Inter.

“Non la metterei sul piano del referendum – ha dichiarato Sala – ma su quello della partecipazione, perché quello che stiamo vedendo è che intervistando i cittadini a volte abbiamo anche dei suggerimenti. Poi è chiaro che sono la politica e i team a dover decidere, ma dai cittadini che vivono sul territorio possono arrivare idee importanti. Siamo in un momento in cui la partecipazione è un valore. Non ho ancora visto i progetti ma penso che saranno interessanti e che sia utile farli vedere ai cittadini. Lo abbiamo fatto per gli scali e per i Navigli e quindi lo dico anche nell’interesse delle squadre”.

A breve è previsto è previsto un nuovo faccia a faccia tra il sindaco Sala e le due società per discutere proprio del nuovo stadio. L’incontro dovrebbe svolgersi tra qualche giorno: “Non abbiamo ancora fissato il giorno esatto – ha il primo cittadino – ma certamente ci vedremo a breve, anche perché mi sembra che il tema stia diventando molto caldo”.

Durante il vertice è molto probabile che si affronti anche un altro tema che divide Palazzo Marino e le due milanesi. Il nodo principale legato alla realizzazione del nuovo impianto è infatti quello delle volumetrie. Il Pgt prevede per la zona di San Siro un indice dello 0,35. La legge sugli stadi che le due squadre hanno scelto di utilizzare per il loro investimento complessivo da 1,2 miliardi di euro ne consente il doppio.

Pietro Pellegri Jackson Porozo Nocerino Gaston Pereiro Dennis Praet Elif Elmas theo hernadez nukola moro Guillermo Maripan Gaetan Laborde Andrej Kramaric Januzaj Luiz Fernando Laurent Koscielny Victor Osimhen José Mauri Ignazio Abate Milan San Siro ferreira carrasco Adriano Galliani Diego Laxalt Pepe Reina Andrea Conti Abdulkadir Omur Sandro Tonali Praet André Silva

Milan-Inter, nuovo stadio progetto da 1,2 miliardi

Della questione stadio ha parlato anche l’ex presidente dell’Inter, Massimo Moratti. Ecco le sue dichiarazioni al Corriere della Sera: “Credo che sia giusto che Palazzo Marino, la Regione, le istituzioni, ma soprattutto la gente conosca i diversi scenari. Che si vedano i progetti finali. Non penso a un referendum per votare la soluzione più gradita. Ovvio che le società debbano assumersi fino in fondo tutte le responsabilità di un progetto storico così ampio. Ma è bello che la gente sappia di cosa stiamo parlando. La partecipazione in questo caso è necessaria. La trasparenza può far bene a tutti. Milan e Inter mi sembrano molto affiatate e allineate per arrivare fino in fondo a questa questione. Vedono il traguardo. Avranno fatto bene i loro calcoli. Lo stadio lo faranno certamente”.

Moratti ha parlato del sempre più probabile abbattimento del vecchio San Siro: “Avere un nuovo stadio va nella direziona moderna di società globali sempre più attente al business e ai ricavi. Probabilmente è un passaggio necessario e inevitabile. Però in questo caso sull’altro piatto della bilancia c’è la rinuncia a un pezzo della storia di tutti come San Siro. Che probabilmente è lo stadio più amato d’Italia. Non mi sono ancora abituato all’idea di una Milano senza il Meazza. Se penso a una partita di calcio la immagino ancora qui dentro. Credo che funzioni così anche per tanti altri milanesi. Per questo dico che hanno diritto di essere coinvolti in questo percorso complesso. La trasparenza può far bene a tutti”.

ultimo aggiornamento: 08-09-2019

X