Offensiva turca contro i curdi: morto un soldato di Ankara

Guerra in Siria, la Casa Bianca chiede di fermare l’offensiva. Morto un soldato turco

L’offensiva turca contro i curdi non si ferma. L’esercito di Ankara bombarda il territorio Nord-Est siriano. La Casa Bianca: “Fermate le operazioni”.

DAMASCO (SIRIA) – L’offensiva turca contro i curdi non si ferma. L’esercito di Ankara, nonostante la netta condanna da parte delle altre potenze mondiali, continua a bombardare la zona Nord-Est siriana provocando diverse vittime tra i civili. Secondo le ultime indiscrezioni, riportate dalla BBC, il numero dei morti dovrebbe essere di 11 ma è forte il rischio di un bilancio ancora più grave visto che un’autobomba sarebbe esplosa a Qamishli.

Per il momento l’avanzata ha portato alla conquista di undici località minori nel territorio siriano.

Morto un soldato turco

Ma la guerra in Siria inizia ad avere un bilancio negativo anche per l’esercito di Ankara. Un soldato ha perso la vita durante gli scontri nel Nord della Siria. “Il nostro fratello d’armi – ha dichiarato il Ministero – è caduto da martire in uno scontro con i terroristi della Ypg nella zona dell’operazione Fronte di Pace“. Altre tre persone sono rimaste feriti mentre nel villaggio di Dedat morti quattro miliziani che facevano parte dell’Esercito libero siriano, alleato con i turchi.

Militari Turchia
fonte foto https://twitter.com/blutarski_bluto

Le reazioni

L’offensiva da parte della Turchia è stata duramente contestata dalle altre potenze mondiali. Europa e USA stanno valutando la possibilità di imporre sanzioni ad Ankara proprio per questa decisione. Se da parte degli Stati Uniti c’è unanimità sui dazi, nell’UE la proposta è ancora al vaglio di Bruxelles e nella prossima settimana si deciderà.

La Casa Bianca, inoltre, ha chiesto alla Turchia di fermare immediatamente le operazioni contro i curdi. Un pensiero condiviso anche dal Cremlino con Putin che ha lanciato un nuovo allarme terrorismo: “Questa offensiva rischia di dare slancio ai militari dell’Isis che potrebbero fuggire dai campi controllati curdo-siriani. Non credo che Anakra possa prendere il controllo della situazione“.

fonte foto copertina https://twitter.com/blutarski_bluto

ultimo aggiornamento: 11-10-2019

X