Secondo quanto stabilito da una nuova legge, in Ohio sarà consentito portare armi a scuola per insegnanti e personale scolastico.

Si tratta – ovviamente – di un provvedimento facoltativo, che prevede di dare armi al personale scolastico dopo 24 ore di addestramento, 4 ore di teoria e 8 ore di pratica all’anno. Il governatore dell’Ohio ha dichiarato che si tratta di “uno strumento per difendere i bambini”.

Il nuovo provvedimento è stato introdotto con lo scopo di rafforzare la sicurezza delle scuole, alla luce della recente sparatoria di Uvalde che ha traumatizzato il Paese. A firmare la legge il governatore repubblicano dell’Ohio Mike DeWine.

Camera dei Deputati Parlamento

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Cosa stabilisce il provvedimento

Secondo quanto stabilito dal provvedimento legge, tutti i dipendenti delle scuole possono recarsi sul luogo di lavoro muniti di armi. Prima di poter ottenere il legittimo diritto di detenere un’arma, servono 24 ore di addestramento e un minimo di 8 ore all’anno di esercitazioni. Più 4 ore di formazione teorica. Gli argomenti teorici comprendono pronto soccorso, tecniche per ridurre l’escalation di violenza armata ed interventi in caso di emergenza.

Chiaramente si tratta di un provvedimento facoltativo, a cui il personale scolastico può liberamente aderire o meno. Secondo il governatore si tratta di uno strumento “messo a disposizione dei distretti che vogliono difendere i bambini”.

Il decreto in questione ha suscitato non poco disappunto tra i democratici come Cincinnati, Columbus e Cleveland. Questi ultimi hanno indetto una conferenza stampa per discutere della questione, sottolineando l’escalation di violenza armata nelle loro comunità.

Ma il provvedimento non costituisce l’unica novità in America. Difatti, è in atto la riforma sul controllo delle armi. Questa stabilisce un aumento dell’età minima per possedere armi semiautomatiche. La riforma sull’età minima per la regolare detenzione di armi semiautomatiche è stata approvata dalla Camera, ma dovrà comunque ottenere il consenso del Senato: saranno necessari sessanta voti a favore. Il numero dei democratici non supera i cinquanta. I repubblicani sono uniti e di parere univoco: sono contro le restrizioni sulle armi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 17-06-2022


L’Europa a Kiev: “Vi vogliamo nell’Ue”

Medvedev insulta i leader a Kiev: “Mangiatori di rane, salsicce e spaghetti”