Il presidente del Comitato organizzatore delle Olimpiadi di Tokyo, Yoshiro Mori, è pronto a dimettersi in merito alle sue dichiarazioni giudicate sessiste da più parti a livello globale.

TOKYO – Le accuse di sessismo hanno buttato nella bufera Yoshiro Mori, presidente del Comitato organizzatore delle Olimpiadi di Tokyo.

Yoshiro Mori verso le dimissioni

I media nipponici hanno scritto che l’83enne è a un passo dalle dimissioni. Nei giorni scorsi, infatti, Mori aveva affermato in senso critico “la tendenza delle donne eccessivamente durante le riunioni“, giudicate sessiste da più parti a livello globale. La decisioni è attesa domani, in occasione della riunione straordinaria del direttivo.

https://www.youtube.com/watch?v=CoQTjUMn6ic&ab_channel=CBCNews

Le critiche all’ex premier

Yoshiro Mori, premier del Giappone tra il 2000 e il 2001, è dunque finito nell’occhio del ciclone. Le critiche piovutegli addosso sono molteplici, a cominciare da uno dei principali sponsor dei Giochi Olimpici, la Toyota.
Poi, la governatrice di Tokyo, Yuriko Koike, ha invece manifestato la sua intenzione di non prendere parte alla riunione del 17 febbraio perché convinta di non ottenere alcun esito, aggiungendo di essere rimasta ‘senza parole’ dopo le osservazioni di Mori.
Lo stesso Cio, il Comitato olimpico internazionale, che prima aveva detto di considerare la vicenda chiusa con le scuse di Mori, martedì ha definito le dichiarazioni di Mori “assolutamente inappropriate“, prendendo atto del disappunto del pubblico e degli atleti sportivi.

Covid, l’aggiornamento del Piano Vaccini


Morto Larry Flynt

Lombardia, impianti sciistici aperti dal 15 febbraio