Grande impresa dell’Italia nell’inseguimento a squadre di ciclismo: gli Azzurri vincono la medaglia d’oro facendo registrare il nuovo record del mondo.

Dopo una semifinale incredibile l’Italia dell’inseguimento a squadre si ripete anche nelle finale contro la Danimarca e si aggiudica la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo 2020 con tanto di record del mondo. Gli Azzurri chiudono la prova con il tempo record di 3’42″032 e regalano al nostro Paese la sesta medaglia d’oro.

Di seguito il post condiviso dal CONI dopo la fantastica vittoria degli Azzurri.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Olimpiadi Tokyo 2020, impresa dell’Italia: oro e record del mondo nell’inseguimento a squadre

Dopo la grande prestazione in semifinale gli occhi del mondo erano puntati sugli azzurri trainati da Ganna, il più atteso in questa prova che esalta le sue doti di velocista.

Francesco Lamon, Simone Consonni, Jonathan Milan e Filippo Ganna non deludono le aspettative. Preparano la gara perfetta, seguono una tabella di marcia impressionante, volano sulla pista del velodromo di Izu. Battono la Danimarca e portano a casa la medaglia d’oro con il record del mondo grazie al tempo stellare di 3’45”203. Una grande prestazione per battere i danesi, i favoriti della vigilia.

Una medaglia frutto del duro lavoro

Parliamo di un gruppo al lavoro da anni per questa medaglia. Il primo squillo era arrivato dai Mondiali di Londra, quando gli Azzurri hanno abbattuto il muro dei 4 minuti. A Berlino era arrivato il Bronzo, la squadra è diventata una sorta di famiglia, una macchina perfetta arrivata nel migliore dei modi al grande appuntamento. Le Olimpiadi di Tokyo. L’esordio del ciclismo azzurro non era stato dei migliori ma tutti sapevano che la pista avrebbe potuto regalare grandi emozioni. E così è stato.

TAG:
Olimpiadi primo piano

ultimo aggiornamento: 04-08-2021


Federica Pellegrini è stata eletta membro Cio in quota atleti

Olimpiadi Tokyo, oro e record del mondo per l’Italia nell’inseguimento a squadre. Fuori le Azzurre del volley e il Settebello