Il tecnico della Juventus, Max Allegri, ha parlato alla vigilia della sfida con l’Olympiacos: “Domani è più difficile che a Napoli“.

La sbornia d’entusiasmo dopo la vittoria di Napoli non ha ancora abbandonato l’ambiente bianconero, ma già Max Allegri è costretto a far voltar pagina ai propri giocatori. Domani c’è l’attesa sfida di Atene contro l’Olympiacos, in cui la Juventus si gioca la qualificazione agli ottavi di Champions. Intervenuto in conferenza stampa, Allegri ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Il San Paolo non ci ha fatto svoltare la stagione, è stato solo un risultato importante. Siamo andati quasi da vittima sacrificale, ma ora bisogna proseguire senza entusiasmi o depressioni. Domani è più difficile, perché in campionato c’è sempre tempo per recuperare, qua no. È il primo obiettivo stagionale e non avremo altre chance: o vinciamo o rischiamo di andare a casa. I black out che abbiamo avuto servono, ma ora bisogna crescere a livello tecnico. Tra l’altro, non possiamo scherzare: ricordo quando andammo a Siviglia per l’ultima partita con mentalità allegrotta e perdemmo il primo posto del girone. Servirà grande attenzione, pazienza, rispetto: bisogna vincere senza pensare a Barcellona“.

Olympiacos-Juventus, Allegri: “Higuain sta bene

Il tecnico della Vecchia Signora ha quindi continuato parlando degli infortunati. Tra i tanti giocatori non disponibili, c’è anche Chiellini: “Non voglio rischiare nessuno, ma non è mai un fatto di modulo, bensì di caratteristiche di giocatori. Higuain gioca perché sta bene e questo è un test importante per Dybala: deve pretendere di più, deve tornare a fare prestazioni del livello che gli competono indipendentemente dal gol”. Allegri è quindi tornato su Napoli: “Le vittorie come quelle di Napoli fanno bene perché la nostra forza è soprattutto il gruppo e la mentalità è sempre stata la stessa, ce l’abbiamo nel dna“.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione


Serie A, Crotone-Udinese 0-3: seconda vittoria esterna per la squadra di Oddo

Milan, Brocchi su Gattuso: “Lui sa come rialzare la squadra”