Europa League, le dichiarazioni di Leonardo al termine della partita che è valsa l’eliminazione dei rossoneri.

Visibilmente deluso Leonardo per il 3-1 incassato in casa dell’Olympiacos che regala la qualificazione ai greci mettendo la parola fine al cammino europeo del Milan. Dispiace per il rigore generoso assegnato ai greci a pochi minuti dalla fine e dispiace tanto per le occasioni da gol non capitalizzate dai rossoneri anche con il risultato fermo sullo zero a zero.

Europa League, Olympiacos-Milan: l’intervista di Leonardo nel post partita: “Sappiamo che non abbiamo sempre dominato, non cerco scuse ma l’eliminazione è ingiusta”

Siamo fuori dall’Europa League. Vorrei rivedere gli episodi, soprattutto il calcio d’angolo. Il giocatore dell’Olympiacos tocca la palla, la mette in gioco, e se ne va lasciandola per il compagno. Lo aveva fatto anche Castillejo e gli è stato fischiato il fallo.

Il rigore non c’è. C’era sempre rumore forte quando eravamo in attacco, forse un clacson, e questo non è possibile, non è regolamentare. È difficile essere contenti in una situazione del genere. La UEFA deve essere il modello anche per usare uno strumento che usano tutti. Io sono sceso in campo perché il rumore dava fastidio a tutti, l’arbitro avrebbe dovuto fermare il gioco. Hanno permesso una situazione che ci ha messo in difficoltà”.

Le colpe del Milan – Sappiamo quale è il nostro momento. Sappiamo che non abbiamo sempre dominato, ma oggi avevamo dieci punti, tre in più dell’Olympiacos. Non voglio trovare giustificazioni ma mi sembra evidente che questa eliminazione sia ingiusta

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio calcio news milan Olympiacos

ultimo aggiornamento: 13-12-2018


Lazio-Eintracht Francoforte, Simone Inzaghi: “Sconfitta immeritata”

Olympiacos-Milan, Gattuso: “Sono incazzato nero, abbiamo regalato la partita”