‘Ombre cinesi’ sui conti di Milan e Inter

Secondo un sondaggio effettuato in Cina, i due club non avrebbero ancora conquistato il cuore dei miliardi di tifosi locali.

chiudi

Caricamento Player...

Che i nuovi progetti cinesi di Milan e Inter siano fondati sulle imprevedibili potenzialità dell’espansione del prodotto calcio in Cina è sotto gli occhi di tutti. Se alle spalle dei nerazzurri vi è comunque un gruppo di grandissima solidità quale Suning, quello del Milan è decisamente più legato all’esplosione di una mania rossonera tra i fan locali. Il rischio è che, però, tale mania non esploda mai, o almeno non nei tempi previsti (e auspicati). Secondo quanto riportato quest’oggi da Repubblica, un sondaggio condotto in Cina da un’agenzia di marketing sportivo, Mailman, avrebbe riportato dati non rassicuranti. In sostanza, entrambe le squadre ancora non avrebbero ancora messo radici tali da giustificare gli introiti finora immaginati. Se i dati dovessero essere confermati dalla realtà, il rischio che i due progetti finiscano per ridimensionarsi c’è.

Milan, Inter e mercato cinese

Sovrastimare gli introiti derivanti dal marketing in Cina potrebbe infatti condurre i rossoneri e i nerazzurri ad accollarsi spese, per mercato, ingaggi o strutture, che il fatturato attuale di ambo i club non può assolutamente permettersi. Per quanto riguarda il Milan, molto dipenderà a questo punto dal prossimo viaggio di Fassone in Cina alla ricerca di sponsor. Altrimenti la cifra indicativa derivante dal fatturato ‘cinese’, inserita nel voluntary agreement da sottoporre al controllo dell’Uefa, dovrà essere ribassata. Con conseguenze solo immaginabili dal punto di vista delle potenzialità del progetto, ma anche di una solidità finora non solo paventata, ma confermata nei fatti.