Omicidio a Bergamo. Un uomo di 34 anni è stato ucciso in strada a coltellate. Fermato un italiano.

BERGAMO – Omicidio a Bergamo nella giornata di domenica 8 agosto 2021. Un uomo di 34 anni è stato ucciso a coltellata in strada al culmine di una lite. Per la morte del tunisino è stato fermato un ragazzo, accusato di aver colpito mortalmente con un fendente al petto la vittima.

La ricostruzione di quanto successo è ancora al vaglio degli inquirenti anche se la dinamica sembra essere ormai chiara e il presunto responsabile preso.

34enne ucciso a Bergamo, la ricostruzione

La dinamica di quanto successo è al vaglio degli inquirenti. Secondo le prime informazioni, la vittima stava passeggiando insieme alla moglie, alla figlia e a un neonato in passeggino quando avrebbe urtato il presunto omicida.

Un contatto che avrebbe scatenato una discussione verbale tra i due di pochi minuti. Sembrava essere finito tutto qui, ma il 20enne è tornato a casa per prendere un coltello. Sceso nuovamente in strada, avrebbe raggiunto la vittima e colpito con un fendente al petto. Immediata la chiamata al personale medico, ma i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

Fermato il presunto omicida

Il presunto omicida è stato fermato poco dopo dai carabinieri. Come riportato da TgCom24, si tratta di un ragazzo italiano ed è ancora da capire il movente di questa aggressione. L’ipotesi degli inquirenti è quella di una discussione finita male, ma è da capire se tra i due in passato c’erano stati altri diverbi oppure non si conoscevano.

Una morte avvenuta in pieno giorno a Bergamo e per questo motivo la notizia ha sconvolto l’intera città lombarda. Alcuni punti sono ancora da chiarire e gli inquirenti sperano di poter accertare meglio l’accaduto con l’interrogatorio del fermato.


I numeri dell’emergenza coronavirus, il punto della settimana

Mille giovani a ballare, discoteca chiusa a Rimini