Un omicidio, un’esecuzione. Ritrovata questa mattina in Calabria una coppia uccisa: nel bagagliaio, insieme all’uomo, un capretto morto.

Una scena dell’orrore è quella che si sono trovati davanti stamani i Carabinieri. In Calabria una coppia uccisa è stata rinvenuta in Contrada Giammellona, nelle campagne di Castrovillari, in provincia di Cosenza. Le vittime sono Maurizio Scorza, di 57 anni, e la compagna, una donna marocchina residente a Villapiana.

Sui corpi delle vittime ci sono diversi colpi d’arma da fuoco, tanto da far pensare ad una vera e propria esecuzione. La macchina con i corpi si trovava in una strada molto isolata all’interno di un’autovettura, una Mercedes Glk. Il corpo dell’uomo era nel portabagagli, mentre quello della donna si trovava al posto di guida.

All’interno del vano portabagagli, accanto al corpo di Maurizio Scorza, le forze dell’ordine hanno trovato anche un capretto ammazzato.

Omicidio pistola

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le indagini: movente da accertare

Al momento le indagini sono solo all’inizio e l’assenza totale di testimoni rende l’omicidio ancora più complicato. Mentre i Carabinieri hanno iniziato ad indagare è emerso che l’uomo già nel 2013 aveva subito un attentato ed era riuscito a scampare ad un agguato.

Sul posto del delitto sono giunti il Procuratore della Repubblica di Castrovillari, Alessandro D’Alessio, mentre i Carabinieri locali stanno cercando di fare luce su quanto avvenuto. Sul posto anche il medico legale che procederà con il primo esame esterno dei corpi delle vittime.

Secondo le prime ricostruzioni la coppia è morta qualche ora prima del ritrovamento dei due corpi. Una delle piste attualmente al vaglio degli inquirenti è che i due siano stati attirati con l’inganno nel luogo dell’omicidio. Resta ancora da capire se la coppia conosceva il loro assassino e quali siano gli eventuali conti in sospeso tra le parti. La comunità di Castrovillari e di Cosenza è attualmente sconvolta da quanto accaduto. Nessuno poteva aspettarsi un simile efferato delitto.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 05-04-2022


Ucraini sordomuti in difficoltà: l’intervento degli agenti della Polizia

Patrick Zaki sotto attacco informatico