Omicidio a Crotone, 54enne ucciso in pieno centro

Duplice omicidio nel Crotonese, fermati i presunti killer

Un uomo di 54 anni è stato ucciso in pieno centro a Crotone nella notte tra il 7 e l’8 marzo 2019. Fermate due persone.

CROTONE – Freddato in pieno centro nella notte tra il 7 e l’8 marzo. E’ morto così a Crotone Stefano D’Arca, un pregiudicato 54enne, ucciso dopo una lite vicino ad un bar. Secondo gli inquirenti ad uccidere l’uomo sarebbe stato proprio il proprietario del locale insieme al nonno. Le due persone sono state arrestate e nelle prossime ore sarà il magistrato a dover convalidare il fermo.

Sono in corso tutte le verifiche della polizia per ricostruire la vicenda e capire il movente che ha spinto i killer ad uccidere il 54enne. Paura per i residenti che si sono stati svegliati dai colpi di pistola.

Polizia
Fonte foto: https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

Omicidio a Crotone, 54enne ucciso dopo una lite. Fermati nonno e nipote

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Stefano D’Arca si sarebbe presentato in stato di ebrezza nel locale cominciando a danneggiare il bar. Immediata la reazione del proprietario della struttura con il padre di quest’ultimo che ha portato il 54enne all’esterno per calmarlo.

Il titolare 29enne lascia così il bar dall’uscita posteriore e si reca a casa del nonno per prendere una pistola. Al suo ritorno D’Arca lo sfida a sparare. Qui subentra il 77enne che strappa l’arma dalle mani del ragazzo ed esplode sette colpi di pistola. Cinque raggiungono la vittima mentre altri due vanno a vuoto. Gli inquirenti sono stati chiamati dagli stessi proprietari del locale con l’anziano che si è assunto la responsabilità dell’omicidio. Gli inquirenti hanno arrestato sia lui che il nipote con l’accusa di concorso in omicidio e porto d’armi clandestino. Le indagini proseguiranno nelle prossime ore per cercare di ricostruire meglio la dinamica visto che le telecamere di sorveglianza non hanno ripreso il momento della sparatoria.

Imprenditore ucciso a Isola Capo Rizzuto (Crotone), arrestato il nipote

A distanza di poche ore dal primo omicidio, in provincia di Crotone c’è stata una seconda sparatoria. Questa volta ad essere ucciso è stato un imprenditore di Isola Capo Rizzuto. I carabinieri hanno fermato il presunto killer: si tratta del nipote di 16 anni. Il giovane ha confessato dopo ore di interrogatorio. Un gesto compiuto per i continui dissidi familiari.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pg/poliziadistato.it

ultimo aggiornamento: 09-03-2019

X