Omicidio a Finale Emilia (Modena). Una donna di 50 anni è stata trovata senza vita nel proprio appartamento. Fermato il nipote.

FINALE EMILIA (MODENA) – Il corpo di una donna di origine marocchina è stato trovato senza vita nel pomeriggio di venerdì 22 marzo 2019 a Finale Emilia, paese vicino Modena. A rinvenire il cadavere sarebbe stato il figlio della 50enne che ha chiamato subito i soccorsi. Per il genitore non c’era più niente da fare e il magistrato ha autorizzato l’autopsia per accertare le cause della morte.

Per l’omicidio i carabinieri hanno fermato il nipote di 32 anni. Sarebbe stato lui ad uccidere la donna. Dopo l’episodio il giovane sarebbe sceso in strada in stato confusionale e di agitazione. Questo ha portato i vicini a chiamare i militari che hanno portato il presunto killer in ospedale prima di interrogarlo. Al momento non si conoscono i motivi che hanno portato l’uomo a compiere questo gesto e le prossime ore potrebbero essere fondamentali per chiudere il caso.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Carabinieri
fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it

Omicidio a Finale Emilia (Modena), donna uccisa dal nipote

Secondo quanto raccontato dai vicini, il 32enne sarebbe arrivato da poco in Italia ed aveva un carattere molto riservato. Possibili divergenze familiari alla base di questo omicidio anche se gli inquirenti preferiscono non escludere nessuna pista almeno fino a quando non si hanno prove certe.

Il presunto killer non è stato interrogato perché in stato confusionale. I carabinieri – in attesa di ascoltare l’uomo – hanno iniziato a sentire i vicini e gli altri parenti della vittima per capire se c’erano stati altri dissidi tra i due. Massimo riserbo sull’indagine da parte dei carabinieri che vogliono chiudere il caso nelle prossime ore. Il magistrato, intanto, ha autorizzato l’autopsia sul corpo della donna per accertare le cause della morte avvenuta molto probabilmente per accoltellamento visto le ferite presenti sul corpo.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/


Mare Jonio, indagati il comandante e Luca Casarini

Volterra, evade dal carcere: Gesualdo Sapienza, condannato a 14 anni per omicidio