Mugnano (Napoli), venditore ambulante freddato in strada

Mugnano (Napoli), venditore ambulante freddato in strada

Sparatoria a Mugnano, paesino in provincia di Napoli. Un venditore ambulante è stato ucciso non lontano dalla sua abitazione.

MUGNANO (NAPOLI) – La sera di sabato 16 febbraio 2019 si trasforma in tragedia a Mugnano, paesino in provincia di Napoli. Un venditore ambulante di prodotti ittici è stato ucciso con un colpo in testa a pochi metri dalla sua abitazione. L’omicidio è avvenuto intorno alle 20, orario di chiusura degli esercizi commerciali.

Sulla vicenda indagano gli inquirenti che stanno ripercorrendo le ultime ore di vita dell’uomo per risalire all’identità del killer, che potrebbe essere più di uno. Al momento si batte la pista di un regolamento di conti ma non è esclusa nessuna pista almeno fino a quando non si hanno delle prove più certe. L’uomo – secondo quanto scrivono i media locali – vendeva prodotti ittici e alcune volte lavorava nel mercato della città. Un omicidio che al momento resta ricco di mistero con i militari che stanno cercando di scoprire qualcosa in più sulla vita della vittima.

Carabinieri
Pattuglia dei carabinieri (fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it/)

Sparatoria a Mugnano, il sindaco: “Una città sconvolta”

Una città sconvolta“. Così il sindaco di Mugnano, Luigi Sarnataro, commenta l’omicidio del venditore ambulante. “Un fatto del genere – dichiara il primo cittadino riportato da Sky TG24 – non succedeva sul nostro territorio da molto tempo. Se si trattasse di un omicidio di camorra, almeno stando alle modalità con cui è stato eseguito, sarebbe particolarmente preoccupante. Non abbiamo ancora chiara la situazione ma riponiamo piena fiducia nelle forze dell’ordine con cui saremo in contatto per capire dinamica e motivazione di quanto accaduto“.

La zona è stata isolata e sono in corso tutti i rilievi per cercare di capire meglio cosa realmente sia accaduto a Mugnano in questo sabato sera. Si scava nella vita della vittima per individuare eventuali collegamenti con ambiti mafiosi.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/

ultimo aggiornamento: 16-02-2019

X