Omicidio Pierina Paganelli, soldi e abiti sporchi di sangue: "Presi senza dire nulla"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Omicidio Pierina Paganelli, soldi e abiti sporchi di sangue: “Presi senza dire nulla”

Pierina Paganelli

Nuovi dubbi sul caso dell’omicidio Pierina Paganelli. Cosa è successo davvero: il dubbio sui soldi e gli abiti sporchi di sangue di Louis Dassilva.

Il tempo passa ma non ci sono riscontri riguardo al caso dell’omicidio Pierina Paganelli. La possibilità di un test del DNA “di massa” a tutto il condominio dove la donna, 78enne, è stata uccisa a Rimini è ancora valida. Ora, però, l’attenzione delle forze dell’ordine potrebbe concentrarsi, di nuovo, su quanto accaduto nei giorni precedenti all’assassinio della povera anziana. In particolare all’episodio dell’incidente avuto da Louis Dassilva e al comportamento di sua moglie Manuela messo in evidenza a ‘Chi l’ha visto?‘ dalla vicina di casa, Valeria Bartolucci.

Come fare soldi con le criptovalute e guadagnare?

scena del crimine con cadavere e occhiali

Omicidio Pierina Paganelli: i dubbi della vicina

Come riportato da Fanpage, la vicina della compianta Pierina, Valeria Bartolucci, è tornata a parlare a ‘Chi l’ha visto?‘ riaccendendo i riflettori a proposito di quanto accaduto nelle ore precedenti all’assassinio della donna. In particolare sui duemila euro che la nuora di Pierina diede a suo marito Louis, col quale aveva una relazione, e la presa in custodia dei vestiti insanguinati in ospedale dello stesso Louis dopo l’incidente in moto dell’uomo. Un qualcosa mai detto apertamente dalla donna.

“Se in questa consegna di denaro non c’era nessun possibile secondo fine perché non mi hanno messo al corrente del fatto?”, si è domandata Valeria parlando a ‘Chi L’ha Visto?‘. “Il mio sospetto è che ci sia stato un secondo fine”.

Soldi e vestiti presi “senza dire nulla”

Ma tra gli altri particolari messi in evidenza da Valeria ci sarebbe anche l’episodio dell’incidente di Louis Dassilva con la moto, quando Manuela accompagnò Valeria in ospedale e prese gli abiti dell’uomo sporchi di sangue senza dire nulla. “A un certo punto mi sono accorta che il sacco coi vestiti non c’era più“, ha spiegato la vicina di casa della Paganelli. “Mi si è accesa una lampadina e ho mandato un messaggio a Manuela e lei ha detto che lo aveva preso. Le ho chiesto perché e ha detto ‘domattina te li restituisco’ ma a me questa cosa è sembrata strana. Me li ha restituiti il giorno dopo, il giorno dell’omicidio di Pierina. Ha detto che li voleva lavare ma alla fine non lo ha fatto”.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2024 11:03

Vigilessa sparata e uccisa da ex comandante, è giallo: “Avevano una relazione”

nl pixel