Nell’abitazione è stato rinvenuto un bossolo. L’ipotesi al vaglio degli inquirenti è che la vittima sia morta in seguito ad una colluttazione con i malviventi.

Omicidio a Piossasco, Torino, dove un uomo anni è morto in casa probabilmente dopo una colluttazione con i ladri che aveva sorpreso nella propria abitazione. La vittima, come riferito dalla stampa locale, è un architetto di 50 anni.

Omicidio a Piossasco, la ricostruzione: la colluttazione con i ladri, poi un colpo di pistola

Secondo una prima ricostruzione, la tragedia si è consumata intorno alle 4 del mattino del 9 giugno. La vittima ha sorpreso i ladri in casa e sarebbe iniziata una colluttazione durante la quale è partito un colpo di pistola. Fatale per l’architetto di 50 anni. La pallottola lo ha colpito allo stomaco, i malviventi si sono dati alla fuga e la moglie del 50enne ha lanciato l’allarme. Sembra che in un primo momento i soccorritori credevano di dover intervenire per dover soccorrere un uomo colto da un malore. Al loro arrivo invece hanno trovato l’architetto gravemente ferito.

Carabinieri
Carabinieri

Le indagini degli inquirenti

Sul caso indagano i Carabinieri della compagnia di Moncalieri. Nella Provincia di Torino è iniziata una serrata caccia all’uomo per fermare i responsabili dell’omicidio. Contemporaneamente gli inquirenti proveranno a fare luce sulla dinamica della tragedia. Non è chiaro ad esempio se ci sia stata una colluttazione tra la vittima e gli aggressori o se questi, alla vista dell’uomo, abbiano reagito aprendo il fuoco. Forse per paura. Inoltre bisogna capire quali fossero effettivamente le intenzioni dei malviventi, se conoscevano la casa e se sapevano che era abitata quando hanno fatto irruzione.

Lavapiatti ucciso a Torino

Sempre a Torino è in corso un’indagine per l’omicidio di un ragazzo bengalese che lavora come lavapiatti in un ristorante a Collegno. Come riferito da La Repubblica, il corpo senza vita è stato trovato dal suo coinquilino di ritorno dalla struttura.


AstraZeneca, esperti contro gli Open Day per i giovani: “Rischio di trombosi più alto del Covid”

Torre Annunziata, uomo aggredito e ucciso con una coltellata: scarcerato uno dei 4 arrestati