Omicidio in provincia di Cagliari. Un uomo di 67 anni ha ucciso la moglie e poi si è costituito ai carabinieri. Ricostruzioni in corso.

QUARTUCCIU (CAGLIARI) – Omicidio in provincia di Cagliari nel pomeriggio di giovedì 9 settembre 2021. Secondo quanto riferito dall’Unione Sarda, un uomo di 67 anni ha ucciso la moglie con diverse coltellate prima di costituirsi ai carabinieri per raccontare quanto successo e spiegare il motivo che ha portato a compiere questo gesto.

Gli inquirenti stanno effettuando gli accertamenti del caso. I punti da chiarire sono ancora diversi e per questo motivo i militari non escludono alcuna ipotesi almeno fino a quando non si hanno delle prove certe.

La tragedia nel Cagliaritano, donna uccisa dal marito

La tragedia è avvenuta nel pomeriggio di giovedì 9 settembre. La ricostruzione è ancora in corso, ma molto probabilmente il 67enne ha colpito con diverse coltellate la moglie e poi si è andato a costituire dai militari. Il personale medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

Non si conoscono i motivi di questa tragedia e gli inquirenti preferiscono non escludere nessuna ipotesi almeno fino a quando non si hanno maggiori informazioni. Le dichiarazioni dell’uomo sicuramente saranno fondamentali per capire il perché di questa tragedia che aumenta il bilancio delle donne uccise in questo 2021.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Ambulanza
Ambulanza

A Napoli resti umani trovati in una borsa

A Napoli resti umani trovati in una borsa. Secondo quanto riferito da La Repubblica, si potrebbe trattare di una donna e per questo motivo gli inquirenti hanno interrogato il figlio della presunta vittima.

Emergenza senza fine

L’emergenza della violenza delle donne è sempre più senza fine. Nelle ultime 48 ore sono state diverse le mogli e compagne uccise dai propri partner e il numero sembra essere destinato ad aumentare nelle prossime settimane, con il bilancio che molto probabilmente sarà ancora più alto a fine anno.

Il Governo nei prossimi mesi potrebbe decidere di intervenire per porre fine a questa emergenza, ma servono sicuramente controlli più rigidi in caso di denuncia e regole più dure per non dover fare i conti quotidianamente con queste tragedie.

ultimo aggiornamento: 09-09-2021


Istituito il tribunale delle famiglie, ecco di cosa si occuperà

Tragedia a Roma, 34enne in monopattino è morto dopo essersi scontrato con un’auto