Omicidio nel Pesarese, fermate quattro persone

Giallo a San Lorenzo in Campo. Il cadavere di un uomo di 74 anni è stato trovato nel proprio appartamento. Si pensa ad un furto finito male.

SAN LORENZO IN CAMPO (PESARO-URBINO) – Il corpo senza vita di un pensionato 74enne è stato ritrovato in un appartamento di San Lorenzo in Campo, paesino in provincia di Pesaro-Urbino. Il cadavere al momento dell’arrivo degli inquirenti era legato ad una sedia e imbavagliato.

Per questo motivo gli inquirenti pensano ad una rapina finita male ma le indagini sono ancora all’inizio e i carabinieri preferiscono non escludere nessuna ipotesi. Il magistrato ha autorizzato l’autopsia sul corpo dell’uomo per accertare le cause, il giorno e l’ora della morte. Un omicidio che ha portato al fermo di quattro persone ma le indagini proseguono.

Carabinieri
fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it/

Omicidio a San Lorenzo in Campo, morto un pensionato di 74 anni

L’allarme è stato da un vicino di casa. L’uomo ha notato la porta socchiusa, la luce accesa e il cadavere del pensionato. Il personale del 118 ha potuto constatare solamente il decesso della vittima che sarebbe avvenuta qualche ora prima del ritrovamento. Un giallo che al momento non trova una soluzione.

Gli inquirenti – viste le modalità dell’omicidio – pensano ad una rapina finita male ma non è esclusa neanche la possibilità di un finto furto per cercare di depistare le indagini. La casa è stata messa a soqquadro mentre il corpo del 74enne è stato trovato a terra. Infatti nel tentativo di liberarsi ha rotto la sedia dove era stato legato, finendo sul pavimento. Non si conoscono le cause del decesso con il medico legale che nelle prossime ore dovrebbe dare delle risposte. Il primo esame non ha chiarito la vicenda e ci vogliono degli accertamenti più approfonditi. I carabinieri nelle prossime ore potrebbero ascoltare i vicini per accertare la dinamica di questo omicidio che ha sconvolto l’intera città di San Lorenzo in Campo.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it

ultimo aggiornamento: 03-05-2019

X