Tragedia in una scuola elementare in Cina. Un uomo ha accoltellato alcuni bambini. Il bilancio è di due morti e altrettanti feriti.

BAIJIAPING (CINA) – Nella notte italiana tra il 2 e il 3 aprile è avvenuta una tragedia in una scuola elementare cinese. Secondo quanto raccontato dal South China Morning Post, un uomo di 31 anni avrebbe accoltellato diversi studenti della scuola provocando la morte di due bambini e il ferimento di altrettanti ma le loro condizioni non sembrano essere molto gravi.

Una vicenda che al momento non ha un movente preciso. L’uomo era stato arrestato e nelle prossime ore sarà interrogato per capire meglio il motivo di questo duplice omicidio. Si pensa ad un gesto di uno squilibrato anche se in Cina non è la prima volta che succede un episodio del genere.

Cina, accoltella bambini in una scuola elementare: fermato un uomo di 31 anni

La tragedia è stata ripresa da tutti i media locali. L’uomo avrebbe accoltellato quattro bambini prima di essere fermato e arrestato. Gli inquirenti hanno preferito non rivelare l’identità della persona coinvolta e neanche il movente di questo gesto che al momento non sembra avere dei collegamenti con il terrorismo.

In Cina non è la prima volta che succede un episodio simile. Già in passato altre persone si erano resi protagonisti di attentati contro bambini provocando diversi feriti ma nessun morto. Questa volta, però, ci sono state anche due vittime mentre gli altri ragazzini coinvolti non sembrano essere in pericolo di vita. Le indagini continuano per capire i motivi di questo episodio. La scuola è stata immediatamente evacuata per effettuare i rilievi e cercare di raggiungere dei rilievi che servono a capire cosa sia realmente successo in questa scuola dove due bambini sono morti per essere stati accoltellati da un uomo di 31 anni.

fonte foto copertina https://twitter.com/ChinaItalyCC

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
accoltellamento cina omicidio scuola elementare

ultimo aggiornamento: 03-04-2019


La Libia chiude le acque alle Ong: non devono entrare

Lutto nel mondo della moda, è morto Jean-Louis David