Un architetto in pensione a Medesano ha ucciso la moglie prima di togliersi la vita. Gli inquirenti indagano nell’ultimo periodo della vita della coppia.

MEDESANO (PR) – Un nuovo omicidio-suicidio in Italia. A Medesano, cittadina in provincia di Parma, un anziano architetto in pensione ha ucciso la moglie prima di togliersi la vita. L’allarme è stato dato dal figlio, dopo aver ricevuto la chiamata del padre che annunciava il gesto disperato. Al termine della telefonata, l’uomo ha allertato le Forze dell’Ordine ma ormai era troppo tardi. All’arrivo degli inquirenti i due erano già morti.

La coppia da tempo viveva nelle campagne in provincia di Parma anche se lui era di origini milanese. Ancora in dubbio il movente dell’omicidio. Secondo quanto raccolto dagli inquirenti, l’uomo stava attraversando un momento difficile a causa di una malattia incurabile e potrebbe essere stato questo il motivo della tragedia.

Carabinieri
fonte foto fonte foto https://twitter.com/MediasetTgcom24

Omicidio-suicidio a Medesano, la pistola era detenuta legalmente

L’uomo di 85 anni ha ucciso la moglie di 65 con una pistola e con la stessa si è tolto la vita. Secondo quanto accertato dagli inquirenti l’arma era detenuta legalmente dall’architetto di origine milanese. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri che stanno facendo delle ricerche sugli ultimi mesi della coppia per cercare di trovare il movente dell’omicidio.

Una tragedia non prevedibile almeno secondo la testimonianza di alcune persone che abitavano in zona. Nessuno ha sentito gli spari. I vicini hanno raccontato agli inquirenti di non aver mai assistito a litigi tra la coppia che sembravano andare d’accordo. Tutto questo naturalmente era solo apparenza, perché all’interno dei due qualcosa si era rotto e l’insano gesto del marito è stata la conferma.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/


Oxfam sui centri Ue per migranti: “Diventerebbero campi di detenzione”

Ricoverata Demi Lovato, si sospetta overdose