Omicidio-suicidio in provincia di Padova. Un uomo di 49 anni ha ucciso i due figli e poi si è tolto la vita.

TREBASELEGHE (PADOVA) – Omicidio-suicidio in provincia di Padova. Un uomo di 49 anni ha ucciso i figli (una ragazza di 15 anni e un ragazzo di 13 n.d.r.) e poi si è tolto la vita.

Non è chiaro il perché di questo tragico gesto. La Procura ha aperto un’indagine e nelle prossime ore saranno ascoltati i parenti e gli amici della famiglia per provare a ricostruire il movente della tragedia.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Omicidio-suicido nel Padovano

Come raccontato da Il Gazzettino, la tragedia potrebbe essere avvenuta nella notte tra il 19 e il 20 dicembre 2020. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo avrebbe ucciso nel sonno i due figli con un coltello per poi togliersi la vita con la stessa arma.

La tragica scoperta è stata fatta dal fratello dell’omicida. In un primo momento si era pensato ad un sequestro dei figli, ma all’ingresso dell’abitazione l’uomo ha visto i cadaveri. Immediatamente la chiamata ai soccorsi che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso delle tre persone. Non è chiaro il movente dell’omicidio-suicidio e sono in corso tutti gli accertamenti per capire la ricostruzione di quanto successo.

Ambulanza
Ambulanza

Indagini in corso

La Procura ha aperto un’indagine per capire il movente di questo omicidio. L’uomo si era separato dalla moglie da alcuni anni e non è chiaro se si è trattato di un gesto premeditato oppure deciso sul momento.

Nelle prossime ore saranno interrogati amici e familiari dell’uomo per verificare se in passato aveva tentato gesti simili oppure aveva anticipato la sua intenzione. Diversi i punti da chiarire in questo dramma avvenuto in provincia di Padova. L’uomo ha ucciso con un coltello i due figli nel sonno e poi si è tolto la vita con la stessa arma. Una tragedia che ha sconvolto l’intera cittadina di Trebaseleghe.

61enne arrestata per aver ucciso il cugino

Poche ore dopo l’episodio di Padova, un uomo di 73 anni è stato ucciso a martellate dalla cugina e Pendrego, in provincia di Bergamo. L’aggressione è avvenuta nella notte tra il 20 e il 21 dicembre 2020, con la donna che avrebbe colpito più volte il suo convivente al culmine di una lite.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 20-12-2020


Nuova emergenza Covid, la ‘variante’ già registrata in 4 Paesi. L’Italia sospende i voli con la Gran Bretagna

Ragazza di 17 anni violentata a Valmontone, tre arresti