Omicidio-suicidio in provincia di Viterbo. Un uomo uccide la moglie e poi si toglie la vita davanti alla figlia.

CASTEL SANT’ELIA (VITERBO) – Sotto shock la provincia di Viterbo per un omicidio-suicidio avvenuto nella serata di sabato 25 settembre 2021. Un uomo di 65 anni ha ucciso la moglie e poi si è tolto la vita davanti alla figlia. Il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

La donna trentenne, che ha assistito alla tragedia, è ricoverata in ospedale per quanto successo. E’ stata aperta un’indagine per accertare meglio quanto successo per ricostruire meglio la dinamica di questo gesto.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Donna uccisa dal marito nel Viterbese

La ricostruzione di quanto successo è ancora al vaglio degli inquirenti. Dalle prime informazioni riportate dal Corriere della Sera, l’uomo ha aspettato l’ex moglie (i due avevano avviato le pratiche di separazione n.d.r.) fuori dall’abitazione e aperto il fuoco con il fucile calibro 12 da caccia.

Subito dopo lo stesso 65enne si è tolto la vita davanti alla propria figlia, rimasta sotto shock. Il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatare il decesso. E’ stata aperta un’indagine per capire come l’uomo sia entrato in possesso dell’arma e capire come stava andando la separazione. I punti da chiarire sono diversi e gli inquirenti preferiscono non escludere nessuna ipotesi almeno fino a quando non si hanno delle prove certe.

Carabinieri
Carabinieri

Il sindaco della cittadina viterbese: “Un dramma che ci coinvolge”

Intercettato dai microfoni del Corriere della Sera, il sindaco della cittadina viterbese ha parlato di “un dramma che ci coinvolge. La morte improvvisa di queste due persone è qualcosa di tragico per tutta la nostra comunità. Il nostro cordoglio alle figlie“.

E una donna ha aggiunto: “Non ce lo saremmo mai aspettato. Conoscevamo i problemi che c’erano nella coppia, ma non avrei mai immaginato tutto questo“.

ultimo aggiornamento: 26-09-2021


Covid, “Terza dose di vaccino per tutti i medici”: l’appello del presidente dell’Ordine

Svolta in Svizzera, sì ai matrimoni omosessuali