Svizzera, 60enne uccide due donne e poi si suicida

Tragedia a Zurigo, in Svizzera. Un uomo di 60 anni ha ucciso due donne e poi si è suicidato. Sconosciuti i motivi del gesto.

ZURIGO (SVIZZERA) – La mattinata di venerdì 31 maggio 2019 è stata segnata una tragedia in Svizzera. A Zurigo un uomo di 60 anni ha ucciso due donne prima di togliersi la vita al termine di un sequestro durato diverse ore. Le autorità locali hanno fatto irruzione nell’appartamento dopo aver sentito i primi spari ma ormai era troppo tardi. Le ferite riportate dai protagonisti di questa vicenda erano molto grave con le tre persone che sono morte in ospedale.

Non è chiara la dinamica del sequestro. Sulla vicenda indagano le autorità locali che nelle prossime ore ascolteranno i vicini e i parenti per cercare di ricostruire meglio l’episodio. Non si conosce un ipotetico grado di parentela tra il killer e le due donne.

Svizzera, 60enne uccide due donne in un appartamento e poi si suicida

La tragedia è iniziata intorno alle 5:30 di oggi. La polizia è stata chiamata da una delle due donne in ostaggio. La conferma del sequestro è arrivata anche da vicini che hanno allertato gli inquirenti per delle urla che provenivano da quell’appartamento.

Gli agenti per diverse ore hanno contrattato con l’uomo per cercare di liberare gli ostaggi. Ma dopo circa tre ore il 60enne ha deciso di uccidere gli ostaggi e togliersi la vita. Sono in corso tutti gli accertamenti del caso per cercare di capire meglio una vicenda che ha dei punti non chiari.

Sparatoria in Svizzera, indagini in corso

Le autorità locali hanno iniziato a sentire i parenti e i vicini delle vittime per ricostruire meglio un omicidio che al momento ha ancora diversi punti da chiarire. Una tragedia che ha sconvolto l’intera città di Zurigo con il magistrato che ha autorizzato l’autopsia sul corpo delle vittime.

ultimo aggiornamento: 31-05-2019

X