Sono trascorsi 16 anni dall’omicidio del piccolo Tommy, il bimbo di 18 mesi ucciso durante un sequestro finito male.

Ad emanare la sentenza fu la Corte d’Assise: sono 223 le pagine che motivano il verdetto, in cui viene comprovata la complicità di Alessi e Raimondi nell’omicidio del piccolo Tommy. Tommaso Onofri è la vittima della vicenda: venne rapito dai suoi carnefici con l’intendo di ottenere un riscatto. 

La richiesta era di cinque milioni di euro. Mario Alessi, Salvatore Raimondi e Antonella Conserva, la notte del 2 marzo 2006 rapirono il piccolo Tommy per ottenere la somma di denaro che poi avrebbero diviso tra di loro. Il piano però non andò come avevano programmato, così, presi dal panico, i rapitori decisero di “sbarazzarsi dello scomodo ostaggio”. 

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La pena

In seguito alla vicenda, Alessi è stato condannato alla prigione a vita per aver rapito, ucciso e occultato il piccolo corpo di Tommaso. Quando venne ucciso aveva soltanto diciotto mesi. Invece sua moglie, Antonella Conserva, è stata condannata dalla Corte d’Assise a 30 anni di reclusione, per aver preso parte alla vicenda ed aver organizzato il rapimento. 

La Corte ha poi condannato Raimondi, ex pugile, a 20 anni con rito abbreviato. La versione dei fatti raccontata da Raimondi sarebbe stata fondamentale per la risoluzione del caso, anche se non aveva raccontato tutta la verità. 

Tribunale

Secondo quanto riferito durante le deposizioni, Raimondi avrebbe lasciato Alessi in strada del Traglione: in quel momento il bambino era ancora vivo. Stando alla versione di Alessi, invece, Raimondi si sarebbe allontanato nel bosco per poi tornare solo. La Corte stabilì che ad uccidere il piccolo Tommaso furono entrambi i rapitori. 

Le parti in causa però, nonostante ammettano di aver organizzato e preso parte al rapimento, negano con forza di aver ucciso il bambino. Secondo la Corte d’Assise “Entrambi mentono!”.  
Secondo le ricostruzioni, i due si appartarono nella stradina bianca, e Raimondi disse: “Mario io mi prendo il bambino, mi prendo lo zaino, vado a sistemare tutto laggiù”. In tutto questo, Alessi acconsente.  

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 29-07-2022


Delitto di Cogne, vent’anni di misteri 

Faida fra bande, Simba La Rue e Baby Touché protagonisti della vicenda