Maxi operazione contro la mafia, smantellato il mandamento di Partinico: ottantuno arresti e quattro misure restrittive.

È di ottantuno arresti e 4 misure di obbligo di dimora e presentazione alla polizia giudiziaria il bilancio dell’operazione Gordio, con la quale le autorità hanno assestato un duro colpo alla Mafia smantellando il mandamento di Partinico.

Le indagini degli inquirenti: un lavoro iniziato nel 2017

Nel corso delle indagini sono state individuate cinque organizzazioni criminale attive a Partinico, nella Provincia di Palermo. Le cinque organizzazioni in questione formavano il mandamento smantellato con l’operazione scattata nella giornata del cinque luglio.

L’attività degli investigatori è partita nel 2017 dopo alcuni accertamenti sui rapporti tra un imprenditore e un soggetto considerato vicino alla criminalità organizzata. Le indagini hanno permesso di ricostruire la struttura e l’attività delle cinque organizzazioni criminali.

I gruppi criminali, come ricostruito dagli investigatori, si occupavano dello spaccio di grandi quantità di sostanze stupefacenti per un giro di affari che arrivava fino al Lazio passando per la Calabria. Inoltre i gruppi avrebbero avuto dalla loro anche un agente della penitenziaria, incaricato di passare messaggi tra il carcere e il mondo esterno. Poi sono emerse azioni violente come danneggiamenti, spedizioni punitive e regolamenti di conti.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Carabinieri
Carabinieri

Operazione contro la mafia, carabinieri in azione da Palermo a Nuoro: 81 arresti, smantellato il mandamento di Partinico

Il bilancio dell’operazione è di 81 arresti e 4 misure di obbligo di dimora e presentazione alla polizia giudiziaria. Gli indagati rispondono a vario titolo delle accuse di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, reati in materia di armi, droga, estorsione e corruzione. I Carabinieri sono intervenuti in diverse città: il blitz è scattato a Palermo, Trapani, Latina, Roma, Napoli e Nuoro.


Salvo il giovane speleologo rimasto bloccato in una grotta

Incidente sul Lago di Garda, arrestato turista tedesco. Conclamato stato di ubriachezza