Stati Uniti, ordigni nelle cassette delle lettere di Obama e Clinton

Stati Uniti, ordigni nelle cassette delle lettere di Barack Obama e Bill Clinton

Negli Stati Uniti prosegue la caccia al responsabile degli invii di ordigni nelle cassette postali. Nel mirino gli ex presidenti Barack Obama e Bill Clinton.

WASHINGTON (STATI UNITI) – Dopo aver inviato un’ordigno a Soros, negli Stati Uniti altri esplosivi sono stati recapitati a personaggi della politica statunitense. Secondo quanto riferito dalla CNN, una bomba è stara rinvenuta nella cassetta postale dell’ufficio di Barack Obama. Immediato l’intervento degli artificieri che l’hanno fatta esplodere in una zona più sicura.

Stati Uniti, ordigno recapitato alla famiglia Clinton

Non solo Barack Obama, i media americani parlano anche di un ordigno che è stato ritrovato nell’ufficio della famiglia Clinton. L’esplosivo è stato ritrovato da un tecnico che ha chiamato gli artificieri. L’esplosivo è stato fatto detonare. Secondo quanto riferito dalle autorità locali il materiale era molto simile a quello recapitato a Soros e anche questa volta non è stato l’invio non è stato rivendicato.

Sparatoria in Maryland
Fonte foto: https://www.facebook.com/bruna.gazzelloni/?tn-str=k*F

Secondo quanto riportato da TGCom24 un pacco sospetto sarebbe stato rinvenuto anche alla Casa Bianca. Si dovrebbe trattare dello stesso congegno dei precedenti con la polizia che è al lavoro per cercare di individuare i responsabili di queste azioni che fino a questo momento ha provocato solamente tanta paura ma nessun danno.

Stati Uniti, evacuata la Time Warner Tower

Paura a New York. Sempre la CNN riporta l’evacuazione della Time Warner Tower per un’allarme bomba. Ancora non si hanno certezze della presenza dell’ordigno ma per precauzione gli inquirenti hanno deciso di svuotare la struttura che all’interno aveva diversi uffici.

ultimo aggiornamento: 24-10-2018

X