La nuova ordinanza del Presidente della Regione Campania: mascherine obbligatorie all’aperto dove non c’è distanziamento e stretta anti-movida.

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca tiene alta, anzi altissima la guardia contro il Covid e con la nuova ordinanza conferma l’obbligo di mascherine all’aperto fino alla fine di luglio “quando si configurino assembramenti o affollamenti” e vieta l’asporto di alcolici dopo le ore 22.

La nuova ordinanza di De Luca: in Campania mascherine all’aperto fino a fine luglio. Ma non ovunque

Con la nuova ordinanza, Vincenzo De Luca ha dato più o meno seguito a quanto annunciato nelle scorse settimane: in Campania mascherina all’aperto obbligatoria fino al prossimo 31 luglio. Ma non sempre e non ovunque. Nell’ordinanza infatti è specificato che è obbligatorio indossare la mascherina quando si configurino assembramenti o affollamenti.

L’utilizzo delle mascherine resta pertanto obbligatorio, sul territorio regionale, in ogni luogo non isolato – ad esempio nei centri urbani, nelle piazze, sui lungomari nelle ore e situazioni di affollamento – nonché nelle file, code, mercati o fiere ed altri eventi, anche all’aperto, nonché nei contesti di trasporto pubblico all’aperto quali traghetti, battelli, navi“.

Le indicazioni sono simili a quelle contenute nell’ordinanza firmata dal Ministro della Salute Roberto Speranza, che ha revocato l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto a partire dal 28 giugno. A meno che non ci si trovi in situazioni nelle quali non è possibile garantire il distanziamento interpersonale.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Vincenzo De Luca
Vincenzo De Luca

La stretta anti-movida

De Luca si muove però in maniera decisa contro la movida vietando l’asporto di bevande alcoliche dalle ore 22 fino alle ore 6 e vietando la consumazione delle stesse nelle aree pubbliche come parchi comunali, piazze e ville.

Fino al 31 luglio dalle 22 alle 6 “è fatto divieto di vendita con asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, da parte di qualsiasi esercizio commerciale (ivi compresi bar, chioschi, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati) e con distributori automatici“. È inoltre vietato il “consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, ivi compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali, le piazze, le ville e i parchi comunali“.

Di seguito il video dell’intervento di De Luca.

Coronavirus, il punto della situazione – LA REPLICA (25/06/2021)

🔴#CORONAVIRUS: facciamo il punto della situazione sui contagi, sulla campagna vaccinale e sulle nuove misure che metteremo in campo per il contenimento dell’epidemia.

Posted by Vincenzo De Luca on Friday, June 25, 2021

De Luca, “A Napoli andiamo verso un nuovo lockdown”

Se prosegue così la vaccinazione a Napoli andiamo verso un nuovo lockdown nel giro di pochi mesi, dopo settembre“, ha dichiarato il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. “Nel territorio della Asl Napoli 1 tra i tanti cittadini convocati per la seconda dose o anche la prima si sono presentati un numero limitatissimo, ad oggi per quanto riguarda la Asl Napoli 1 centro su 839.000 cittadini residenti e vaccinabili vi sono 317.000 mancate adesioni. È un dato non sostenibile“.

TAG:
coronavirus

ultimo aggiornamento: 25-06-2021


Coronavirus, Speranza: “Non è il momento di discutere delle mascherine al chiuso”

Roma, caos al concorso indetto dal Comune: errore nel testo e prova annullata