Il Resto del Carlino - L'ospedale di San Marino rifiuta i feriti italiani

Il Resto del Carlino – L’ospedale di San Marino rifiuta i feriti italiani

L’ospedale di San Marino nella bufera. Il nosocomio ha rifiutato una ragazza italiana perché non aveva la cittadinanza sanmarinese.

SAN MARINO – L’ospedale di San Marino dice no ai feriti italiani. La vicenda è stata racconta dall’edizione del 22 ottobre de Il Resto del Carlino. Una ragazza è rimasta ferita in un incidente in moto al confine. Il personale del 118 è arrivata sul luogo per le prime cure. Le condizioni della giovane erano comunque gravi, tanto da chiedere al nosocomio sanmarinese di poterla ricoverare lì visto che era solo a tre minuti di strada. La riposta è stata negativa.

Una vicenda – si legge sul quotidiano – che non è isolata. Altre volte la struttura ha detto di no a persone che non sono in possesso della cittadinanza sanmarinese.

San Marino, l’ospedale nega ricovero a italiani: “Questo è disumano”

La vicenda è stata raccontata a Il Resto del Carlino dal medico dell’ambulanza: “La segreteria dell’ospedale di San Marino – si legge – ci ha chiesto se la ragazza fosse sanmarinese. Alla risposta negativa ci hanno negato l’accesso e così siamo stati costretti a portare la giovane all’ospedale di Urbino, distante 25 chilometri di strada tortuosa. È un comportamento indegno, siamo di fronte all’apartheid sanitaria e umanitaria di uno stato“.

Per le autorità di San Marino – aggiunge il medico – un ferito italiano al confine può anche morire perché loro non lo vanno ad aiutare e quindi se è grave lo portiamo a Rimini. Non è la prima volta che accade una cosa del genere. In una casa di riposo di Montelicciano, a 200 metri dal confine, ci hanno detto molte volte di no. Non aprono l’ospedale nemmeno per infarti o altre patologie gravissime. Per essere ricoverato lì devi essere di San Marino. Questa è disumano“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/Primapartenza-Brescia-772460412826349/

ultimo aggiornamento: 22-10-2018

X