Ottobre è il Mese della sicurezza informatica. Come migliorare la nostra?

Ottobre è il mese della sicurezza informatica. Se non fosse per Google non ce ne saremmo accorti

Ottobre è il mese della sicurezza informatica. Anche noi possiamo fare qualcosa per “festeggiarlo” e migliorare la nostra sicurezza su Internet.

Ottobre si associa a tante cose, ma per gli addetti ai lavori è anche il mese della sicurezza informatica. Un’iniziativa dell’Unione Europea, che lo promuove con molti nomi: CyberSecMonth, Cyber Security Month, oppure con il nome ufficiale, cioè European Cyber Security Month, ovvero Mese Europeo della Sicurezza Informatica.

Si tratta di una “manifestazione” dedicata soprattutto agli addetti ai lavori, basta vedere per esempio l’elenco delle conferenze organizzate per l’Italia, e il coinvolgimento dei normali cittadini della Rete è tutto sommato ridotto. Tuttavia Google, con una mossa intelligente, ne ha approfittato per consigliarci un controllo di sicurezza.

Il mese della sicurezza informatica secondo Google

Come possiamo vedere, basta aprire una pagina di Google per trovare l’invito a fare un controllo della nostra sicurezza. Se abbiamo fatto l’accesso a Google e usiamo la home page personalizzata si troverà un po’ più in basso.

Mese Europeo della Sicurezza Informatica chrome

In realtà si tratta di una verifica di sicurezza “light” che ha più che altro lo scopo di ricordarci quanto sia importante tutelare la nostra sicurezza informatica. Naturalmente, se abbiamo qualche voce da correggere, è il momento migliore per farlo.

Mese Europeo della Sicurezza Informatica Google

Come migliorare la nostra sicurezza informatica in pochi semplici passaggi

Approfittando dell’idea di Google, ecco alcuni accorgimenti che possiamo mettere in campo per migliorare la sicurezza dei nostri dispositivi, ma anche dei nostri account.

Partiamo con l’autenticazione a due fattori, sempre più importante. Attiviamola in ogni posto possibile. Ha un doppio vantaggio. Prima di tutto, rende molto più difficile l’intrusione nelle nostre pagine personali, e poi, dal momento che a ogni richiesta di accesso corrisponde una notifica, ci permette anche di capire se e quando un nostro account è “sotto attacco”.

Ecco, per esempio, come migliorare in questo modo la sicurezza del nostro account Intsagram e quella di Facebook.

Account Instagram attivare autenticazione a due fattori
Attivare autenticazione a due fattori su Instagram

Migliorare la sicurezza informatica: controlliamo la cronologia dei nostri account

Oggi riceviamo spesso annunci di possibili falle di sicurezza e di account hackerati. Ma il vero problema, in realtà, è quando questi allarmi non “suonano”. Nell’eventualità (per essere sinceri piuttosto remota) che qualcuno si sia già infiltrato in qualcuno dei nostri account, il modo migliore per vederlo è secondo la cronologia delle attività.
Praticamente tutti i siti più importanti hanno la possibilità di mostrarla. Di solito si trova fra i dettagli del nostro account, mentre i grandissimi hanno intere sezioni dedicate. Ecco per esempio come accedere a tutta la “storia” del nostro account Microsoft e addirittura a tutti i dati del nostro Account Google.

Cybersecurity facile per il nostro computer

La sicurezza informatica “dura e pura” è una faccenda da tecnici specializzati. Ma per fortuna, come in tutte le cose, ci sono alcuni accorgimenti che richiedono poco sforzo e ci offrono già un ottimo livello di protezione. Quale occasione migliore del mese della sicurezza informatica per metterli in pratica?

Prima di tutto, gli aggiornamenti sono fondamentali per la sicurezza. Windows 10 ha fatto passi da gigante da questo punto di vista, ma se qualcosa va storto, possiamo sempre forzarli a mano, specialmente se ci giunge all’orecchio qualche notizia su nuovi virus o malware. Alla stessa maniera, facciamo tutto il possibile per tenere aggiornati anche i driver collegati ai nostri dispositivi.

Poi, se non abbiamo Windows 10 o preferiamo soluzioni di terze parti, dotiamoci di un buon antivirus che possa proteggere il nostro computer (o il dispositivo) da virus e malware.

Navigare anonimi tecniche e trucchi
Navigare anonimi può proteggerci da diverse minacce

Infine, se ci piace navigare su Internet anche nelle zone grigie o comunque su siti poco frequentati e di origini non proprio cristalline, prendiamo in considerazione di proteggerci usando la navigazione in incognito ed eventualmente una connessione VPN per proteggere il nostro browser e il nostro computer.

Fonte foto copertina: stocksnap.io/photo/FVWLQXWZ1P

ultimo aggiornamento: 16-10-2018

X