Padoan attacca l’Europa: “I nostri problemi arrivano da Bruxelles e Francoforte”

Il ministro dell’economia ha parlato in occasione di un evento organizzato a Davos: “Dobbiamo rovesciare completamente le nostre politiche perchè si stanno dando argomenti ai populisti

Nel corso di u dibattito sulla classe media tenutosi a Davos, Pier Paolo Padoan si è espresso sullattuale condizione dell’Europa e sulla crescita dei cosiddetti movimenti populisti: “Il problema dell’Europa è l’Europa – ha detto il ministro dell’economia -. I nostri problemi nascono a Bruxelles e, talvolta, a Francoforte. Questo è il problema. Dobbiamo rovesciare completamente le politiche perchè ora si stanno dando i giusti argomenti per convincere che il populismo ha ragione”. Nelle economie avanzate e specialmente in Europa si assiste ad una crescente disillusione e ad una perdita di fiducia nei confronti della classe politica. Sentimenti che vengono espressi “dicendo no a qualsiasi cosa i leader politici suggeriscano” e in queste condizioni, aggiunge Padoan, “individuare delle soluzioni è più difficile che dire no“.

Padoan: “In Italia continuiamo on riforme strutturali”

Padoan ha poi fatto il punto sulla situazione italiana: “Lasciatemi rassicurare sul fatto che in Italia stiamo continuando la strategia delle riforme strutturali. I media non sono interessati al duro lavoro di implementazione che parte il giorno l’annuncio delle riforme”.

Parla Lagarde

A Davos ha parlato anche Christine Lagarde, direttore generale del fondo monetario internazionale:  “E’ tempo che i leader politici ripensino profondamente le politiche economiche e monetarie, di fronte alla chiara risposta di protesta e delusione della classe media che arriva dai risultati politici in Usa o Europa. Probabilmente significa che ci vuole una maggiore redistribuzione dei redditi di quanta ne abbiamo oggi“.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 18-01-2017

Giacomo Fiora

X