L’ex ministro dell’economia Padoan parla della situazione attuale dominata dall’inflazione record.

L’inflazione sta diventando una componente strutturale delle nostre economie, esordisce il presidente di Unicredit Padoan in un’intervista a Repubblica. L’economista rivela che anche se la guerra finisse domani, cosa che purtroppo appare impossibile- “la situazione è talmente deteriorata che rimettere in carreggiata i mercati dell’energia richiederà molto tempo. Questa è un’inflazione da offerta, insomma da maggiori costi dell’energia e delle materie prime” per questo dura di più ed è più lunga, spiega l’ex ministro.

Padoan inoltre fa una differenza con l’inflazione che sta colpendo l’America. Lì c’è stata una lunga e forte espansione economica per cui “si sono create sacche di liquidità che si sono riversate sugli acquisti”. Ma allo stesso modo in Europa c’è stata la sospensione del Patto di Stabilità che in qualche modo è una distribuzione analoga di liquidità. Ma il problema maggiore che affligge i due lati dell’oceano è che non si inneschi un circuito vizioso prezzi-salari.

soldi euro monete italia
soldi euro monete italia

Per l’ex ministro, il governo si sta comportando “in modo ineccepibile”. Con le misure come il decreto salva bollette senza scostamenti di bilancio sta portando graduali miglioramenti e contenendo il debito pubblico. “Certo ora dobbiamo prepararci all’impatto dell’autunno quando ci sarà da fare i conti con le conseguenze di medio termine dell’inflazione sia sui bilanci familiari sia sull’apparato produttivo” prevede Padoan anche il rischio di una crescente disoccupazione.

Se ben utilizzato il Pnrr potrebbe dare la giusta scossa alle economie. L’economista dichiara che seguendo le linee guida del Next generation Ue si può arrivare a una resilienza di lungo termine. Il governo su questo sta andando nella direzione giusta. Ma “adesso viene la parte più difficile: tradurre le risorse sulla carta in spese produttive. Passare all’azione, insomma.

Ma l’economista Padoan pone l’attenzione su un rischio. “Non vorrei si facessero passare per aggiuntivi investimenti che sarebbero stati fatti comunque e che invece ora godono delle agevolazioni del Pnrr. Gli investimenti devono essere veramente nuovi e innovativi” ricorda l’ex ministro.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-07-2022


Inflazione record all’8,6%: tutti i rincari

Estate 2022, dove andranno in vacanza i russi?