Britney Spears vince la sua battaglia legale contro il padre Jamie, che non sarà più il suo tutore legale.

Britney Spears vince la sua battaglia legale: Jamie Spears non è più il tutore legale della figlia. Lo ha deciso la Superior Court di Los Angeles. La sentenza mette la parola fine ad una lunga e complessa battaglia legale.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Il padre di Britney Spears non sarà più il tutore legale dell’artista

Il caso nasce nei primi anni 2000, quando l’artista venne alla ribalta per avere aggredito un paparazzo in una stazione di servizio. Dopo l’episodio la cantante fu affidata al padre Jamie Spears, nominato tutore legale della figlia. All’epoca dei fatti si temeva per le condizioni di Britney Spears e si temeva soprattutto per le condizioni di salute mentale dell’artista. Una decisione che Britney ha definito come un vero e proprio abuso.

Diventando tutore legare della figlia, Jamie Spears ne ha gestito anche il patrimonio, controllando e gestendo le spese. Ovviamente le operazioni e i moventi bancari dovevano essere visionati dalle autorità competenti. Questo per accertarsi che il tutore legale non facesse un uso improprio dei soldi.

Britney Spears
Britney Spears

La vittoria legale della popstar: il nuovo tutore temporaneo è John Zabel

Al temine di una lunga e complicata battaglia legale, difficile ovviamente anche dal punto di vista emotivo, Jamie Spears non è più tutore legale della figlia Britney, che vince così la sua battaglia.

Il legale dell’artista, Matthew Rosengart, aveva sostenuto la tesi secondo cui la sua assistita non dovesse essere assoggettata al padre dopo tutti gli abusi che ha dovuto subire da quando era bambina.

Il nuovo tutore temporaneo dei beni della popstar è John Zabel.

Il documentario Netflix su Britney Spears

Nei giorni (o meglio nelle ore) che hanno preceduto l’udienza chiave per Britney Spears, la popstar ha dovuto fare i conti anche con il nuovo documentario firmato Netflix. Un documentario sulla vita, la carriera e le fragilità dell’artista, che con un post Instagram ha reso noto di essere rimasta generalmente perplessa.

ultimo aggiornamento: 30-09-2021


Scontri in carcere in Ecuador, i morti sono 116

Covid, ragazza di 20 anni morta dopo il vaccino: emorragia cerebrale e coaguli di sangue