Sono molte le domande dei nuovi utenti in possesso di una carta di credito, per i pagamenti serve il pin o basta il documento di riconoscimento?

Ogni cliente che apre un conto corrente ha la possibilità di scegliere se avere solo una carta bancomat oppure una carta di credito, ma quali sono le regoli da seguire? Scopriamo come eseguire i vostri acquisti in sicurezza.

Pagamenti con carta di credito presso negozi

La carta di credito può essere utilizzata sia online che nei pagamenti all’interno dei negozi, le modalità sono diverse e prevedono due procedure particolari da seguire. Un tempo le cassiere erano obbligate a richiedere un documento di identità ma ora non hanno più il diritto in base alle nuove leggi del settore. Per procedere con il pagamento, basta inserire la carta o appoggiarla sul terminale e procedere con la firma dello scontrino oppure con l’inserimento del pin.

I pagamenti con pin sono stati introdotti solo di recente, per offrire una maggiore sicurezza alla persona che utilizzare la carta di credito. In Italia per il momento funziona così, in altre nazioni come l’Australia, il pin e la carta di questo tipo sono obbligatori per procedere con i pagamenti. Per chi non lo sapesse il pin di solito è composto da 5 cifre e permette l’utilizzo impossibile a chi ruba una carta di credito.

Carta e Contatcless

Negli ultimi anni è stato introdotto anche il pagamento e le carte di credito con sistema contactless, ovvero se l’import da pagare è minore di 25 euro, non è obbligatoria né la firma e nemmeno il pin, solo per importi superiori le due procedure verranno richieste dal negoziante. Quindi per i pagamenti con carta di credito, di recente potrebbe succedere che sia richiesto di inserire il pin associato, in sostanza ora usare questo metodo di pagamento è sicuro e protetto da furti.

certificato_unicasim


Pignoramento presso terzi: Equitalia come agisce

Le Obbligazioni High Yield: Cosa sono e quali rischi includono?